Indietro
martedì 5 marzo 2024
menu
CONS

Le delegazioni per Malta e Polonia ricevute in udienza dai Capitani Reggenti

In foto: (©FOTO MW)
(©FOTO MW)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 24 mag 2023 17:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Le delegazioni che rappresenteranno San Marino alla XIX edizione dei Giochi dei Piccoli Stati d’Europa a Malta e alla 3a edizione dei Giochi Europei a Cracovia-Maloposka sono state ricevute in udienza a Palazzo Pubblico dagli Eccellentissimi Capitani Reggenti, Alessandro Scarano e Adele Tonnini.

“Voi tutti, insieme e nelle varie discipline, rappresentate i nostri migliori talenti nel sentimento diffuso del Paese che richiama complicità, unità, volontà di elevarsi, inclusione e amicizia. Sapere che presenzierete, in nome della Repubblica di San Marino, a questi pregevoli contesti sportivi di profilo internazionale è per noi motivo di forte orgoglio”: si sono rivolti così i Capitani Reggenti agli atleti che saranno impegnati nei due eventi, per poi concludere con l’auspicio affinché “possiate dare straordinarie emozioni a tutti i sammarinesi. La Reggenza sarà con voi. Sarete seguiti con entusiasmo, affetto e consenso anche da parte di tutti i concittadini”.

Il Segretario di Stato per lo Sport, Teodoro Lonfernini, ha sottolineato che “presentare ai Capitani Reggenti i giovani che difenderanno i nostri colori è sempre emozionante. Sono convinto che sapranno essere il miglior biglietto da visita per il Paese, rappresentando la credibilità internazionale che solo lo sport sa garantire. I nostri atleti sono fautori di politica estera, certamente un onore e anche un onere. I Giochi dei Piccoli Stati sono impegni alla nostra portata, siamo sempre stati protagonisti e sono certo che lo saremo ancora. Anche ai Giochi Europei, come già in passato, sapremo farci valere. Vorrei che da Cracoviaal centro dell’Europa possano partire messaggi positivi che solo lo sport sa trasmettere: quello della resilienza, della ripartenza post emergenza sanitaria e della pace di cui il nostro continente ha bisogno. Mi complimento con coloro che hanno ottenuto i risultati necessari per qualificarsi, certo che difenderanno i nostri colori e che sapranno rientrare dalle trasferte con grandi soddisfazioni. Ai nostri quattro portabandiera il saluto più accorato: il valore di quel vessillo è altissimo per tutti, rappresenteranno il Paese, le sue istituzioni e i suoi cittadini che sapranno ricambiare con il sostegno. Grazie al CONS per l’impegno che quotidianamente dedica allo sviluppo dello sport sammarinese e alle Eccellenze per la sensibilità che dimostrano verso lo sport”.

Il presidente del Cons Gian Primo Giardi ha ricordato che Malta “si appresta all’organizzazione dei Giochi per la terza volta. Un’edizione che avrà il compito di rinnovare l’entusiasmo di confrontarsi tra realtà simili. Questo evento sportivo è destinato alla storia e la Repubblica di San Marino si sente parte integrante di questa storia”.

Mentre sui Giochi Europei, in programma in Polonia dal 21 al 2 luglio, ha spiegato: “Nelle prime due edizioni, a Baku con le due medaglie conquistate nel tiro a volo e a Minsk con il podio nella lotta, abbiamo dimostrato di poter competere e non nascondiamo di ambire anche in questa edizione a un ruolo da protagonisti”.

A Palazzo Pubblico, davanti alla Reggenza, il presidente Giardi ha ufficializzato i portabandiera nelle due cerimonie di apertura, Andrea Ercolani Volta dell’atletica leggera e Jessica Zannoni del judo per Malta; Matias Mongiusti del tennistavolo e Alessandra Perilli del tiro a volo in Polonia. Ercolani Volta, Zannoni e Federico Valentini, capo missione per i Giochi Europei, hanno ricevuto le quattro bandiere dalle mani dei Capitani Reggenti.