Indietro
domenica 23 giugno 2024
menu
Lutto nel calcio

Si è spento l'allenatore Massimo "Bobo" Gori

In foto: Massimo "Bobo" Gori
Massimo
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 30 mar 2023 00:07 ~ ultimo agg. 22:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è spento improvvisamente, all’età di 61 anni, l’allenatore Massimo Gori, per tutti “Bobo”, vittima di un malore al termine di un allenamento delle giovanili a Rivazzurra.

Ne dà notizia sulla sua pagina Facebook il S.S. Pennarossa.

“Il S.S. Pennarossa piange la scomparsa improvvisa del suo allenatore, Massimo “Bobo” Gori. Una notizia che ci lascia senza parole. La società, i giocatori e lo staff si stringono attorno alla famiglia in questo difficile momento. Riposa in pace, mister”.

Massimo Gori, nato il 29 maggio 1961, da calciatore è cresciuto nel vivaio della Rimini Calcio. Nacque a quei tempi il soprannome “Bobo” per le sue movenze che ricordavano Roberto Boninsegna. Con la Berretti di Pederiva segnò 30 reti. Le prime esperienze da aggregato il giovedì in prima squadra nel campionato 1977/’78, con Helenio Herrera in panchina. L’anno successivo l’esordio in Serie D, in prestito al Russi: segnò quattro gol collezionando 19 presenze e conquistò la convocazione nella Nazionale di Serie D. Gino Stacchini, all’epoca responsabile del settore giovanile biancorosso, lo mandò al Casalotti Roma, in C2: “Bobo” realizzò 11 reti in 30 partite, ma i suoi gol non bastarono al club per evitare la retrocessione. Tornò in maglia a scacchi nella stagione della promozione in B, con Maurizio Bruno in panchina.

Durante la sua carriera ha vestito le maglie di numerose squadre, tra le quali quelle di: Cattolica, Foggia, Jesina, Spezia, Sanremese, Vigor Lamezia, Vigor Trani, Gubbio, Latina. Compresa l’esperienza a Cagliari (nell’83/’84 collezionò 23 presenze, andando a segno due volte). Chiuse la carriera da calciatore in Prima Categoria a Matelica, centrando la salvezza ai play out (ai calci di rigore, e lui segnò il gol decisivo).

È poi iniziata la sua carriera da allenatore di prime squadre dilettantistiche di Romagna e Marche e tecnico delle giovanili.

Negli ultimi anni “Bobo” Gori ha collezionato diverse esperienze da allenatore anche nel campionato Sammarinese: Tre Fiori, Murata, Faetano, Cosmos e Pennarossa, società sulla cui panchina si è seduto lo scorso novembre.

Condoglianze alla famiglia dalla redazione di Icaro Sport.