Indietro
menu
nella Little Italy

Il 'Sogno americano' di un santarcangiolese illumina una strada di New York

In foto: @agenzia Dire
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 28 dic 2022 11:53 ~ ultimo agg. 14:51
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si sono accese il 21 dicembre a New York le luci di “Sogno americano”, con le parole di “Nel blu dipinto di blu” a illuminare Mulberry Street, cuore pulsante della “Piccola Italia” nella Grande mela. Protagonista dell’installazione dedicata ai tanti italiani emigrati in cerca di fortuna tra fine ‘800 e metà ‘900 è Tiziano Corbelli from Santarcangelo di Romagna, in provincia di Rimini, già autore di numerose installazioni “parlanti” che celebrano poeti, cantanti e grandi nomi del Belpaese e non, da Totò a Lucio Dalla, da Tonino Guerra a Pino Daniele, da John Lennon ad Ayrton Senna. Il progetto “Sogno americano” nasce nel 2020, quando Corbelli presenta l’installazione luminosa artistica del capolavoro di Domenico Modugno a Sanremo per i 70 anni del Festival della canzone italiana. “Volare” a Corbelli ricorda appunto i tanti emigranti italiani che inseguivano un sogno di speranza.

Il Festival termina ma c’è la pandemia a stravolgere i piani dell’artista romagnolo. Corbelli sfrutta però i mesi di lockdown per coltivare tramite corrispondenza un canale aperto con il consolato Italiano a New York. A giugno di quest’anno si entra nel vivo grazie al dialogo con gli uffici del Console Generale Fabrizio Di Michele e con l’associazione Lima del quartiere storico italiano Little Italy. Così l’installazione “Nel blu dipinto di blu” giunge via nave a New York a fine novembre e dal 21 dicembre le parole della canzone italiana più celebre al mondo illuminano Mulberry Street, a simbolo di un periodo storico come l’emigrazione che portò l’Italia a essere una delle nazioni con il più alto flusso migratorio.

“Sogno Americano” è la prima opera luminosa artistica d’autore “parlante” presentata negli Stati Uniti e la presidente dell’associazione Lima Rossana Russo non nasconde “l’emozione di girare l’angolo tra Grand e Mulberry Street” e ammirarla. “È stata una sensazione unica che non mi sarei mai aspettata. Sapevo- spiega- che l’installazione di luci sarebbe stata bellissima, ma vederla dal vivo ha collegato il mio cuore a quello degli immigrati italiani di molti anni fa fino ad oggi… persone come i miei genitori”. Per Russo, dunque, “questo dono rappresenta la rinascita della mia comunità, della mia gente, della mia cultura. Una rinascita di speranza per Little Italy”. Il progetto è a cura della direzione artistica Seven Ars di Tiziano Corbelli, realizzato a Napoli dall’artigiano Antonio Spiezia di Ceit Europea, in collaborazione con l’associazione Lima e il consorzio Via D’Azeglio pedonale Bologna.