Indietro
mercoledì 1 febbraio 2023
menu
Coppa Italia Serie C

Rimini-Cesena 2-1: cronaca, tabellino, video e gallery

di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
mar 1 nov 2022 11:45 ~ ultimo agg. 2 nov 21:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

RIMINI-CESENA 2-1

Ci voleva per il Rimini un derby così. Perché la precedente sfida con i bianconeri dell’11 settembre aveva lasciato l’amaro in bocca non solo per il risultato finale, ma anche per com’era stata giocata dai biancorossi, che invece hanno dimostrato di aver imparato la lezione e contro un Cesena infarcito di giovani (va detto) hanno meritato il passaggio del turno. Una vittoria marchiata a fuoco da Claudio Santini, autore di una doppietta che lo porta a quota 11 reti stagionali tra campionato (8) e Coppa (3). Un successo che dà una spinta anche per il campionato, dove sono arrivati due punti nelle ultime tre uscite, e che consegna o riconsegna a mister Gaburro (partito con un modulo diverso dal solito) nuove certezze, a partire da Mencagli, attaccante che può dare qualche soluzione offensiva in più. In tanti si sono distinti: da Galeotti, che si è confermato una sicurezza tra i pali, alla linea difensiva, praticamente perfetta, con Pietrangeli a tratti sontuoso, Panelli che “ha segnato il suo gol” negandolo a Stiven Shpendi, e Haveri che ha l’80% dei meriti del 2-0, con Santini chiamato a sospingere il pallone in fondo al sacco da zero centimetri. Insomma, una partita di Coppa dà nuovo entusiasmo all’ambiente biancorosso. Entusiasmo da sfruttare subito nel match esterno di sabato in casa di un Pontedera che finora non è riuscito a dimostrare il suo vero valore. Gaburro ha già messo in guardia i suoi. Ma ci sarà tempo per parlarne.

IL TABELLINO
RIMINI: 1 Galeotti, 3 Haveri (34′ st 13 Regini), 4 Tanasa, 6 Panelli, 8 Delcarro (27 ‘st 44 Eyango), 9 Mencagli (20′ st 99 Vano), 15 Gigli, 29 Santini (20′ st 20 Accursi), 31 Pietrangeli (27’ st 27 Laverone), 32 Tofanari, 38 Rossetti. A disp.: 12 Zaccagno, 22 Lazzarini, 5 Pasa, 7 Tonelli, 10 Gabbianelli, 17 Acquistapace, 18 Lo Duca, 19 Rosso, 66 Serpe, 83 De Rinaldis. All. Gaburro.

CESENA: 44 Lewis, 3 Mercadante, 4 Kontek, 7 Zecca (28′ st 16 Albertini), 9 Ferrante, 11 Stiven Shpendi (39′ st 10 Chiarello), 17 Adamo (28′ st 5 Coccolo), 32 Cristian Shpendi (38′ st 31 Udoh), 77 Brambilla, 88 Francesconi, 98 Lepri. A disp.: 1 Tozzo, 97 Pollini, 8 Hraiech, 15 Ciofi, 18 Corazza, 19 Prestia, 20 De Rose, 27 Calderoni, 73 Pieraccini, 80 Lilli, 95 Elefante. All. Toscano.

ARBITRO: Filippo Giaccaglia di Jesi.
ASSISTENTI: Giuseppe Lipari di Brescia e Alessandro Parisi di Bari.
4° UFFICIALE: Leonardo Leorsini di Terni.

RETI: 23′ pt (rig.) e 8′ st Santini, 11′ st Brambilla.

AMMONITI: Mencagli, Kontek, Santini, Pietrangeli.

ESPULSO: 23′ pt Toscano (allenatore Cesena) per proteste.

NOTE. Corner: 3-7. Spettatori: 4.330 presenze per un incasso di 33.875 euro.

CRONACA E COMMENTO
Cinquantuno giorni dopo il derby di campionato, torna Rimini-Cesena, ancora al “Romeo Neri”, dove l’11 settembre s’imposero di misura i bianconeri. I biancorossi, alla terza gara di fila in casa, vogliono rifarsi di quella sconfitta e dello stop subito sabato per mano della Carrarese, che ha interrotto a cinque la loro striscia positiva. Il Cesena arriva alla sfida di Coppa Italia di Serie C con alle spalle quattro vittorie nelle ultime quattro giornate di campionato, che hanno allungato a sette la serie di risultati utili, ed il 4° posto in classifica, con 21 punti, tre in più di Laverone e compagni, a quota 18. Gaburro ritrova Lo Duca. Restano in infermeria Sereni, Piscitella e Allievi. Solo quattro giocatori dell’undici titolare di sabato sono in campo dal primo minuto: Panelli, Pietrangeli, Delcarro e Santini.

Rimini in tradizionale maglia a scacchi. Cesena in nero.

La partita. Si gioca. Al 2′ la punizione di Adamo costringe Galeotti a smanacciare in corner. Pallone pericoloso in area sugli sviluppi del tiro dalla bandierina prima che Haveri allontani.
Al 13′ il Rimini batte il suo primo angolo: Rossetti batte teso, allontana la retroguardia ospite.
Al 18′ bella combinazione Santini-Haveri-Mencagli, il numero 9 biancorosso non riesce a colpire il pallone e commette fallo.
Al 22′ secondo corner per il Rimini: Rossetti batte lungo, Francesconi trattiene Santini a centro aera e l’arbitro indica il dischetto. Dagli undici metri si presenta Santini, che spiazza Lewis. Rimini in vantaggio. Espulso per proteste il tecnico bianconero, Toscano.
Al 25′ il cross di Adamo deviato da Delcarro diventa insidioso per Galeotti che ci mette i pugni, Stiven Shpendi calcia sicuro, ma Panelli salva di testa. Solo angolo per i bianconeri.
Al 28′ la deviazione d’esterno destro di Santini manda la sfera a lato, con Lewis che controlla la traiettoria.
Al 35′ terzo angolo per i biancorossi: Rossetti per il colpo di testa di Santini sull’uscita a vuoto di Lewis, pallone a fondo campo.
Al 38′ Mencagli punta Kontek e mette in mezzo, poi Rossetti di sinistro spedisce fuori da ottima posizione. Gol sbagliato dal Rimini.
Dopo un minuto di recupero si va all’intervallo con i padroni di casa avanti 1-0.

Inizia la ripresa. Al 3′ cross da sinistra di Mercadante e colpo di testa di Ferrante, pallone alto.
Al 4′ Santini trova lo spazio per la battuta dal limite dell’area, parata facile per Lewis.
Al 6′ il tentativo di Stiven Shpendi, con la parata di Galeotti.
All’8′ Haveri parte da metà campo, avanza, entra in area, guadagna la linea di fondo campo e mette un pallone al bacio che Santini deve solo sospingere in rete da un metro. 2-0. 11° sigillo stagionale tra campionato e Coppa Italia per il bomber biancorosso.
All’11’ Brambilla per Ferrante, che allarga a sinistra, cross con il contagiri i Mercadante per l’incornata vincente di Brambilla. Rimini 2-Cesena 1. Partita subito riaperta.
Al 16′ corner corto degli ospiti, traversone di Brambilla, Panelli allontana di testa, Francesconi calcia dal limite, Galeotti si supera e mette in angolo.
Al 19′ Tanasa finisce a terra in area, per il direttore di gara è tutto regolare.
Al 22′ la punizione di Ferrante dal limite dell’area è ribattuta da Haveri.
Al 26′ Zecca entra in area da destra, il suo tentativo finisce sull’esterno della rete.
Al 36′ Regini ruba palla: tre contro tre, palla a Eyango, che anziché calciare cerca un passaggio filtrante improbabile e l’opportunità sfuma.
Al 40′ altra punizione di Ferrante: gli tocca il pallone Chiarello, conclusione centrale bloccata da Galeotti.
Al 41′ la battuta di Chiarello, pallone alto.
Al 46′ Chiarello allarga per Albertini, cross in area, Ferrante colpisce di testa, timide protesto dei bianconeri per un possibile tocco di mano di Tofanari. L’arbitro lascia proseguire.
Al 49′ Udoh spara, Galeotti ribatte, il tiro di Kontek, deviato da Rossetti, sorvola la trasversa.
Dopo 4’23” di recupero arriva il triplice fischio. Il Rimini vince 2-1 e passa il turno. Negli ottavi di finale affronterà la vincente della sfida tra L.R. Vicenza e Arzignano.

IL DOPOGARA

LE PAGELLE DI CESARE TREVISANI