Indietro
menu
La sentenza

La Corte d'Appello fa lo sconto a Lolli: condanna ridotta

In foto: Lolli in videocollegamento dal carcere di Rossano Calabro (foto Newsrimini)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 10 nov 2022 18:53 ~ ultimo agg. 11 nov 07:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Corte di Appello di Roma ha condannato a cinque anni Giulio Lolli, l’ex imprenditore bolognese 56enne, estradato dalla Libia nel dicembre del 2019. La pena è stata ridotta dunque rispetto a quella emessa dai giudici di primo grado, che nel febbraio scorso lo avevano condannato a nove anni di carcere per traffico di armi e associazione a delinquere finalizzata al terrorismo internazionale. Accusa quest’ultima caduta con la sentenza pronunciata questa mattina dai giudici della Prima Corte d’Assise d’Appello di Roma. Secondo l’accusa, Lolli, al fine di favorire una organizzazione terroristica di matrice islamica in Libia, “attraverso l’utilizzo della barca Mephisto nella sua disponibilità, e dell’equipaggio, raccoglieva e introduceva nello Stato, deteneva e cedeva a terzi armi da guerra destinate al rifornimento di unità combattenti della prima linea d’assalto: quali granate, bombe, mine, lanciarazzi anticarro, missili anticarro e materiale accessorio da guerra, convenzionale e anticonvenzionale“.