Indietro
venerdì 9 dicembre 2022
menu
Basket Serie D

Tigers, che peccato! Non riesce l'impresa a S. Agata

In foto: Andrea Buo
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 1 ott 2022 18:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Selene S. Agata-Fast Coffee Villanova Tigers 90-85 (30-19; 51-37; 73-56)

IL TABELLINO
Selene S. Agata: Montaguti 22, Scaccabarozzi 2, Valgimigli 14, Mondini, Cristofani 15, Piazza 12, Gaspari, Dalpozzo 7, Morigi 6, Vecchi 4, Bessin 8. All. Dalpozzo.

Fast Coffee Villanova Basket: Mazzotti 20, Zannoni ne, Fe. Guiducci 4, Polverelli 28, Paduano ne, T. Guiducci, S. Buo, A. Buo 15, Fi. Guiducci 16, Bollini 2. All. Amadori.

CRONACA E COMMENTO
Il referto rosa è nelle mani di Selene, ma i Tigers escono dal palasport di S. Agata sul Santerno a testa alta, altissima. Capaci di giocarsi la gara fino all’ultimo tiro, al termine di una rimonta pazzesca.

L’esordio per Fast Coffee Villanova è subito in salita. Il capitano Zannoni per problemi alla schiena non riesce a scendere sul parquet. L’assenza del terminale offensivo di riferimento (e ottimo difensore) si farà sentire, purtroppo. Nello spot di 4 coach Amadori schiera bollini, Mazzotti ha le chiavi della squadra, Buo e Fi. Guiducci sono gli esterni da corsa, Polverelli il centro di peso. L’avvio è tutto di marca ospite, con Mazzotti, Polverelli e Buo che colpiscono a ripetizione. Peccato per i tanti liberi lasciati sul ferro, che peseranno sull’esito della gara. Selene impatta 16-16 con il mortifero Montaguti e soprattutto con l’esperto Piazza che di semigancio fa impazzire la difesa ospite, fino a chiudere il quarto 30-19.

Il copione non cambia, il ritmo è alto, le palle perse ci sono eccome, e spesso Selene è più lesta a raccogliere dalla spazzatura e a tramutare in transizioni e buoni tiri. I Tigers con i fratelli Federico e Filippo Guiducci che inizia a bombardare risalgono la china a -5, poi Bessan trova la tabella e Selene riallunga: 51-37.
I falli limitano A. Buo e Polverelli, Selene spinge sull’acceleratore e con ottime percentuali al tiro sembra chiudere la contesa, portandosi sul +20.

Quando la gara sembra destinata ai titoli di coda, i Tigers ruggiscono. Difesa a zona, pressing, palloni recuperati, le bombe di Mazzotti e Fi. Guiducci e i punti di Polverelli riducono il gap. Campo e pallone non si riescono ad asciugare, le continue interruzioni non fanno bene ai Tigers ma i biancoverdi non mollano e si portano a un solo possesso di distanza. Il tiro di A. Buo non va, Piazza prende fallo e segna il libero che mette la parola fine alla contesa. Ma Villanova è viva.

IL DOPOGARA
“Partita complicata subito dalla palla a due per i Tigers che hanno dovuto fare a meno di ‘Shaq’ Zannoni, capitano e leader offensivo, fermo per infortunio alla schiena – commenta coach Michele Amadori -. Il primo quarto abbiamo sofferto parecchio la fisicità degli avversari, che alla prima sirena han segnato a referto 30 punti, tirando con ottime percentuali dall’arco. All’intervallo il punteggio recitava 51-38 a favore dei padroni di casa, che han trovato molte soluzioni offensive grazie all’esperienza e all’intelligenza cestistica di Piazza e alla grande precisione dal perimetro del capitano Valgimigli. Nonostante un massimo svantaggio di 20 punti, la difesa a zona ci ha permesso di rimanere attaccati alla partita, togliendo riferimenti a S. Agata e facendoci prendere fiducia in attacco, grazie all’asse Mazzotti/Polverelli e al classe 2005 Filippo Guiducci, molto concreto dalla lunga distanza. Gli ultimi 10’ siamo riusciti a mantenere una grande intensità, mettendo in seria difficoltà gli avversari a campo aperto, soprattutto per merito dell’energia e dell’agonismo di Andrea Buo e Federico Guiducci. La tripla di Mazzotti a meno di due possessi dal termine ci ha portati sul -3 (85-88), ma non siamo riusciti a compiere l’impresa. 85-90 il punteggio finale, ma ritengo che la prestazione sia stata nettamente positiva, vista l’assenza di Zannoni e vista la reazione nel secondo tempo. Complimenti a Selene per la vittoria e per la qualità del gioco. Venerdì prossimo è subito derby contro Riccione alla Tigers Arena, ospitiamo la mia ex squadra e sarà una vera battaglia. Ci prepareremo al meglio per provare a portare a casa il primo foglio rosa della stagione”.

Altre notizie
di Icaro Sport
FOTO
di Icaro Sport
]