Indietro
domenica 5 febbraio 2023
menu
Calcio B Femminile

San Marino Academy-Ravenna Women 3-1

In foto: (©SMAcademy)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 2 ott 2022 19:19 ~ ultimo agg. 3 ott 00:21
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Serie B femminile 2022-23, 3a giornata | San Marino Academy-Ravenna Women 3-1

IL TABELLINO
SAN MARINO ACADEMY [4-4-2]: Olivieri; Micciarelli, Zito, Gallina, Ladu; Marengoni, Bertolotti, Brambilla (dal 54’ Papaleo), Abouziane (dal 77’ Accornero); Tamburini (dal 54’ Bolognini), Barbieri. A disposizione: Montanari, Montalti, Menin, Larenza, Amaduzzi, Desiati. Allenatore: Giulia Domenichetti.

RAVENNA WOMEN [4-3-3]: Vicenzi; Raggi, Giovagnoli, Tonelli, Mascia (dal 77’ Scarpelli); Domi (dal 70’ Candeloro), Barbaresi, Eli. Mariani; Carrer, Ele. Mariani, Burbassi. A disposizione: Casarasa, Gianesin, Carli. Allenatore: Massimo Ricci.

Arbitro: Thomas Bonci di Pesaro.
Assistenti: Alberto D’Ovidio ed Emanuel Luigi Amorello di Pesaro.

Ammonite: Mascia, Zito, Marengoni, Papaleo, Bertolotti.

Reti: 36’ Tamburini, 60’ Barbieri, 87’ Bolognini, 89’ Scarpelli.

CRONACA E COMMENTO
Al terzo tentativo la San Marino Academy riesce finalmente a festeggiare il primo successo in campionato. Quel che era stato lasciato sul campo contro l’Hellas Verona viene pienamente condotto in porto contro il Ravenna Women, squadra già affrontata e già battuta in Coppa Italia.

Stavolta non ci sono patemi nel finale: le Titane prendono il largo con Tamburini e Barbieri (entrambe al secondo centro consecutivo), mettono il punto esclamativo con la punizione-capolavoro di Bolognini prima di concedere la rete del 3-1 ma senza compromettere prestazione e risultato. Sul piano delle iniziative d’attacco, il derby viene sbloccato dopo poco più di 1’ da Domi, il cui destro dal limite si spegne a lato.

Risposta immediata e molto simile da parte di Marengoni, che carica un destro troppo strozzato per impensierire Vicenzi. Ben più pericolose le Titane, al 9’: cross lungo di Micciarelli per Tamburini, che svetta in area e manda alto di nulla. Ancora la 22 al tiro al quarto d’ora: tacco di Barbieri per la compagna di reparto, che arriva a rimorchio ma mette troppa potenza nel suo destro.

Le due conclusioni centrali di Brambilla e Carrer, entrambe controllate senza problemi dagli estremi difensori, schiudono al gol stappa-risultato di Tamburini, che arriva sugli sviluppi di un corner conquistato dalla stessa attaccante marchigiana, servita da Marengoni sul primo palo e anticipata da Tonelli un attimo prima della battuta a rete.

Dalla bandierina va la stessa Marengoni: difesa non riesce ad allontanare e Tamburini e la più lesta ad avventarsi sulla seconda palla, spedita all’angolino basso con la punta dello scarpino, similmente a quanto era avvenuto una settimana fa contro l’Hellas Verona. Carrer mette troppa forza nel mancino della pronta risposta, mentre in chiusura di frazione è Elisa Mariani a provarci di testa su punizione di Barbaresi, con palla di poco alta.

La ripresa si apre senza novità nei due undici. Da una palla persa a centrocampo, al 5’, origina il contropiede del Ravenna: lo conclude Burbassi, stavolta non letale come in Coppa Italia. Domenichetti intanto richiama Brambilla e Tamburini per Papaleo e Bolognini. La San Marino Academy viene ridisegnata con il 4-3-3, con Papaleo e Marengoni ai lati di Barbieri. Ed è proprio quest’ultima a farsi carico del raddoppio all’ora di gioco.

Giovagnoli non gestisce bene un cross apparentemente innocuo di Micciarelli, Barbieri sguscia alle spalle del capitano giallorosso e davanti a Vicenzi è letale: palla sotto la traversa e primo centro su azione per la bomber torinese nella stagione in corso. A differenza che in casa Academy, il fattore B incide meno per il Ravenna: Burbassi calcia nuovamente a salve, mentre ben più pericoloso è il destro da fermo di Barbaresi, con la sfera che sfila di un nulla rispetto all’incrocio dei pali. La porta sammarinese resta intatta anche sul secondo tentativo di Barbaresi, stavolta da distanza più importante e con palla sensibilmente alta sulla traversa. Poco dopo le Titane sfiorano il 3-0 in ripartenza, con Barbieri fermata proprio sul più bello da Barbaresi.

Il gol che chiude la contesa arriva comunque soli 2’ dopo, ed è una meraviglia di Bolognini: punizione dalla linea laterale che la numero 28 pennella sul palo opposto, senza dare scampo a Vicenzi. Un mancino prelibatissimo che serve alla centrocampista anche per lasciarsi definitivamente alle spalle l’infortunio che l’aveva tenuta fuori per parte della preparazione estiva e anche in occasione delle prime due gare stagionali.

Il Ravenna prova a scuotersi con la forza dell’orgoglio. Nel finale le Giallorosse trovano il gol della bandiera con Scarpelli, a cui non serve altro che appoggiare in rete il pallone sul traversone perfetto di Raggi. Ma, nonostante il maxi-recupero concesso dal direttore di gara, il tempo a disposizione è davvero troppo poco per costruire una rimonta. Così alle Titane non resta che gestire con ordine gli ultimissimi possessi e condurre fino al triplice fischio una vittoria fortemente voluta, e che peraltro consente a Micciarelli e compagne di operare il sorpasso in classifica proprio ai danni delle avversarie di giornata.

Ufficio Stampa San Marino Academy

Altre notizie
Campionato Sammarinese

Folgore-Pennarossa 2-1

di Icaro Sport
di Icaro Sport