Indietro
menu
al misano world circuit

Incidente mortale in pista, la Procura apre un'inchiesta

In foto: Federico Esposto, 27 anni
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 3 ott 2022 17:52 ~ ultimo agg. 4 ott 12:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In seguito alla morte di Federico Esposto (vedi notizia), la Procura della Repubblica di Rimini ha aperto, come atto dovuto, un fascicolo contro ignoti. L’ipotesi sarebbe quella di omicidio colposo. Il 27enne pilota romano stava partecipando alla gara della classe 600 Pro del Trofeo Italiano Amatori, inserita nel programma della Coppa Italia di motociclismo velocità.

Al secondo giro, Esposto avrebbe impattato in curva contro la moto di un altro pilota, il 31enne Marco Sciutteri, residente a Bologna, scivolato in precedenza sull’asfalto. Nel tentativo di rialzarsi il 27enne è stato centrato in testa da uno dei piloti che sopraggiungevano alle sue spalle. Un impatto fatale all’altezza del collo che purtroppo non gli ha lasciato scampo. Il drammatico incidente è avvenuto subito dopo la curva 6, nel rettilineo che porta alla staccata della “quercia”.

Il sostituto procuratore Anndomenica Gallucci, titolare dell’indagine, ha acquisito e visionato il filmato della gara e dell’esatto momento dell’impatto, e ha dato incarico ai carabinieri di Misano di porre sotto sequestro i mezzi coinvolti. Dalle testimonianze acquisite, fra tutte quella del direttore di gara, non sono emerse manovre scorrette da parte dei piloti. La morte di Esposto, sul cui corpo non dovrebbe essere eseguita neppure l’autopsia, sarebbe riconducibile ad un “normale” incidente di gara.

Restano sempre critiche le condizioni dell’altro pilota, Marco Sciutteri, rimasto gravemente ferito nella carambola e tuttora ricoverato nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale Bufalini di Cesena.

]