Indietro
lunedì 26 settembre 2022
menu
Calcio Serie C

Rimini-Cesena 0-1: cronaca, tabellino e gallery

di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
dom 11 set 2022 11:12 ~ ultimo agg. 13 set 16:12
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

RIMINI-CESENA 0-1

Il Cesena vince un derby nervoso, non particolarmente bello, grazie ad un primo tempo in cui si fa preferire ai biancorossi, che invece non riescono ad imporre il loro gioco. Nella ripresa Gaburro cambia uomini e modulo, affidandosi alle palle lunghe per il gigante Vano. Proprio il 99 ha sul piede l’occasione migliore, nel finale di gara. Ma è troppo poco. I giocatori di casa escono ugualmente tra gli applausi del pubblico riminese per il grande impegno messo in campo. Otto ammoniti (14 i cartellini gialli totali) e quattro espulsi (due giocatori più tecnico e DS del Cesena) parlano di una gara dai grandi toni agonistici. Mercoledì si torna già in campo, con il Rimini che andrà a far visita all’Entella.

IL TABELLINO
RIMINI: 1 Galeotti, 3 Haveri (12′ st 99 Vano), 4 Tanasa, 8 Delcarro (12′ st 5 Pasa), 10 Gabbianelli (22′ st 44 Eyango), 11 Piscitella (31′ st 7 Tonelli), 25 Allievi, 27 Laverone, 29 Santini, 31 Pietrangeli, 38 Rossetti (12′ st 6 Panelli). A disp.: 12 Zaccagno, 9 Mencagli, 13 Regini, 17 Acquistapace, 20 Accursi, 24 Sereni, 32 Tofanari, 83 De Rinalis, 22 Lazzarini. All. Gaburro.

CESENA: 44 Lewis, 5 Coccolo, 7 Zecca (23′ st 14 Celiento), 8 Saber (42′ st 10 Chiarello), 9 Ferrante (23′ st 11 Shpendi), 15 Ciofi, 18 Corazza (35′ st 3 Mercadante), 19 Prestia, 20 De Rose, 24 Bianchi, 27 Calderoni. A disp.: 1 Tozzo, 4 Kontek, 6 Bumbu, 17 Adamo, 31 Udoh, 77 Brambilla, 88 Francesconi, 97 Pollini. All. Toscano.

ARBITRO: Michele Giordano di Novara.
ASSISTENTI: Fabio Mattia Festa di Avellino e Federico Pragliola di Terni.
4° UFFICIALE: Samuele Andreane di Prato.

RETE: 24′ pt Corazza.

AMMONITI: Laverone, Corazza, Santini, De Rose, Lewis, Saber, Celiento, Allievi.

ESPULSI: 39′ pt il DS del Cesena Stefanelli per proteste, 18′ st Tanasa per doppia ammonizione, 34′ st Coccolo per doppia ammonizione, Toscano (all. Cesena) per doppia ammonizione.

NOTE. Corner: 2-9.

I RISULTATI DELLA 2a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE C GIRONE B E LA NUOVA CLASSIFICA

CRONACA E COMMENTO
È il grande giorno del derby. Torna Rimini-Cesena, ed il “Romeo Neri” esplode di entusiasmo. Si gioca la seconda giornata: nella prima i biancorossi hanno portato a casa un punto dalla tana del San Donato Tavarnelle, i bianconeri sono stati invece sconfitti in casa dalla Carrarese. Mister Gaburro può contare su Santini e Laverone, che hanno scontato il turno di squalifica e partono titolari. Unici assenti Lo Duca e Rosso.

La Curva Est disegna una coreografia con cartoncini biancorossi e lo stemma della Rimini Calcio al mezzo. Bandierine per i tifosi ospiti.

La partita. Si gioca. Al 3′ Galeotti smanaccia un cross da destra, poi deve distendersi e deviare in corner sulla battuta di Bianchi dal limite dell’area. Il primo angolo della gara è del Cesena.
Al 5′ ancora Bianchi cerca la percussione in area, fermato, poi la conclusione di Ciofi è lontana dai pali.
All’8′ secondo tiro dalla bandierina per gli ospiti: sugli sviluppi il tiro di Ciofi trova sulla sua traiettoria il compagno di squadra Corazza.
All’11’ Santini cerca in area Laverone, anticipato da Lewis. Il capitano biancorosso non frena il suo slancio ed il direttore di gara lo ammonisce.
Al 13′ sul cross di Zecca l’anticipo di Pietrangeli ai danni di Corazza vale come un gol.
Al 16′ la rasoiata su punizione di Ferrante “buca” la barriera, ma trova Galeotti attento e pronto a bloccare.
Al 20′ terzo corner per il Cesena: nulla di fatto.
Al 25′ il Cesena di porta in vantaggio: Zecca scambia con Saber e serve Corazza in area, l’attaccante bianconero difende palla spalle alla porta e di tacco la mette in fondo al sacco. 0-1.
Al 37′ cross d’esterno destro di De Rose, Ferrante tenta l’acrobazia, pallone alto.
Un minuto dopo il Cesena batte due corner di fila: sugli sviluppi del secondo Corazza di testa, Ferrante spara fuori.
Al 45′ il primo guizzo biancorosso: Santini per Gabbianelli, che calcia forte, Lewis si salva in angolo, il primo per i padroni di casa. Dalla bandierina lo stesso Gabbianelli, Santini colpisce di testa, nessun problema per l’estremo bianconero.
Dopo tre minuti di recupero, si va al riposo con il Cesena avanti di un gol.

Si gioca la ripresa. Al 3′ i bianconeri battono il loro 6° corner: cross sballato di Calderoni.
Nello stesso minuto Saber riceve da rimessa laterale e calcia, Galeotti ribatte e Ferrante di testa da due passi non trova lo specchio.
Al 10′ Zecca non riesce a sfruttare un pallone lanciato in profondità che gli sfila davanti. Solo angolo, il 7°, per gli ospiti.
Al 12′ Gaburro rivoluziona la squadra: fuori Haveri, Delcarro e Rossetti, dentro Vano, Pasa e Panelli.
Al quarto d’ora Ferrante calcia da dentro l’area, Galeotti ribatte.
Al 18′ il Rimini rimane in dieci per il secondo giallo a Tanasa, ricevuto per un’entrata in ritardo su Saber.
Al 21′ la fiondata di Zecca è alzata oltre la traversa da Galeotti.
Al 22′ nono angolo per il Cesena, nulla di fatto.
Al 29′ sortita offensiva di Pietrangeli, sfera a fondo campo.
Al 34′ anche il Cesena rimane in dieci per la seconda ammonizione ricevuta da Coccolo per un intervento su Santini. Ristabilita la parità numerica.
Al 36′ Pasa scodella in area, Vano tocca di testa, Santini viene anticipato sul più bello.
Sei minuti di recupero.
Al 52′ Eyango mette in mezzo dall’out di destra, Bianchi svirgola il rinvio, Prestia manca il colpo di testa e Vano può stoppare di petto e calciare, pallone altissimo. È l’ultima emozione di un derby intenso dal punto di vista agonistico, ma poco spettacolare. Laverone e compagni ricevono gli applausi della Curva Est per aver lottato fino alla fine, ma a far festa sono i tifosi del Cesena, vittorioso 1-0 e che incamera i primi tre punti in campionato. Mercoledì si torna già in campo: il Rimini sarà di scena nella tana dell’Entella.

IL DOPOGARA

LE PAGELLE DI CESARE TREVISANI

VOTA IL MIGLIOR BIANCOROSSO IN CAMPO