Indietro
menu
Calano investimenti in titoli

Credito: rubinetti chiusi per le imprese, aumentano prestiti a famiglie

In foto: l'andamento dei prestiti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 15 set 2022 12:28 ~ ultimo agg. 16:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In provincia di Rimini, in base ai dati elaborati dall’Osservatorio Economico della Camera di Commercio, nel primo semestre del 2022 sono in calo i prestiti concessi: rispetto al 30 giugno 2021 si registra un -1,2% in controtendenza rispetto al +4% regionale. I rubinetti del credito sono chiusi in particolare per le imprese (-3,6%) con quelle medio-grandi (-4,2%) più in difficoltà di quelle piccole (-2%). Le maggiori criticità si riscontrano nel settore dei servizi (-6,9%) e nel manifatturiero (-3,1%) mentre le costruzioni segnano un aumento del credito (+1,6%). Se per le imprese ci sono comunque difficoltà a vedersi concessi prestiti, le famiglie se la passano decisamente meglio: nei primi sei mesi 2022 si registra infatti un +4,2%. A livello di valore, i prestiti totali ammontano a 8.910 milioni di euro: il 58,1% alle imprese il 38% alle famiglie e il 3,9% ad altri soggetti (società finanziarie, enti pubblici, istituzioni senza scopo di lucro). In crescita il tasso di deterioramento del credito, inteso come rapporto tra il flusso dei nuovi prestiti deteriorati nel periodo considerato e l’ammontare di quelli non deteriorati alla fine del periodo precedente: 1,8% nel secondo trimestre 2022, rispetto all’1,1% del secondo trimestre 2021.

Per quanto riguarda il risparmio finanziario, l’ammontare risulta di 15.911 milioni di euro: il 71,8% è costituito dai depositi bancari, il restante 28,2% dai titoli a custodia. Rispetto al 30 giugno 2021 il risparmio totale cresce di appena lo 0,3% (-1,3% in regione), grazie all’aumento, pur ad un ritmo inferiore rispetto ai periodi precedenti, dei depositi (+3,9%), mentre calano decisamente gli investimenti in titoli (-7,9%), sia quelli gestiti dagli Organismi di investimento collettivo del risparmio, che rappresentano il 53,9% dei titoli in portafoglio (-8% annuo), sia gli investimenti in titoli di Stato (-4,9%).

In relazione al Fondo di Garanzia per le PMI, la cui operatività è stata ampliata per far fronte alla crisi da Covid-19, dal 17 marzo 2020 al 30 giugno 2022 in provincia di Rimini sono state accolte 21.946 operazioni di finanziamento, di cui il 44,8% riferite ad operazioni entro i 30mila euro (62 ogni 100 imprese attive); l’importo finanziato complessivo ammonta a 1.658 milioni di euro mentre l’importo finanziato medio risulta di 76mila euro (98mila euro in Emilia-Romagna, 92mila euro in Italia). L’anno 2021 è stato caratterizzato da una minore domanda di credito, assistito da tali garanzie, rispetto al 2020 (anno di inizio pandemia); nello specifico, nel 2021 8.607 le domande pervenute, contro le 13.133 del 2020 (-34,5%).