Indietro
menu
dopo l'apertura a scooter

ZTL lungomari nord. Al vaglio soluzioni per la vocazione pedonale di Viserba centro

In foto: il lungomare di Viserba
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 22 mag 2022 17:24 ~ ultimo agg. 23 mag 13:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Soluzioni differenziate per la gestione della pedonalizzazione del lungomare nord a seconda delle caratteristiche delle singole zone, in particolare quella di Viserba centro. A riportare d’attualità il tema, la notizia dell’apertura al transito di motocicli e ciclomotori per la ZTL del Parco del Mare nord con l’eccezione dell’orario serale 20-24 (vedi notizia).

L’assessore alla mobilità Roberta Frisoni spiega che sulla zona centrale di Viserba “si stanno facendo altre valutazioni volte a proteggerne la vocazione più pedonale non solo la sera“. Un obiettivo per il quale “stiamo facendo alcuni approfondimenti tecnici, è possibile che si debbano apportare alcune modifiche aggiuntive al sistema di telecamere e di rilascio dei permessi che necessitano di un po’ di tempo per consentire una possibile differente gestione in diverse zone del lungomare”.

Per mercoledì alle 21 è in programma un incontro pubblico con l’Amministrazione Comunale alla sala parrocchiale di Viserba, in piazza Pascoli: “arriveremo con alcune ipotesi da poter testare nel breve nella parte centrale di Viserba con il sistema esistente e poi capire l’assetto a regime”, aggiunge la Frisoni.

La notizia dell’apertura agli scooter aveva subito preoccupato Gabriele Bernardi, albergatore e fondatore del gruppo “La Viserba che vorremmo”, da sempre sostenitore della pedonalizzazione del riqualificato lungomare. “Ci siamo sentiti con il Sindaco che ogni volta dimostra massima disponibilità e grande capacità di ascolto e per questo diciamo un grande grazie, poi con Roberta Frisoni e Mattia Morolli e la situazione sembra ricomposta”, premette Bernardi. “Si terrà conto che il tratto di Viserba che va dalla via Bologna alla via Polazzi ha caratteristiche diverse da tutto il resto del lungomare di Rimini nord, quel tratto di Viserba è parte di un bellissimo borgo marino unico nel Comune”. In una situazione che resta comunque complessa: “Sappiamo che fino a quando le telecamere non saranno attive sarà impossibile entrare a regime e ragionare sul lungomare che vogliamo. In questo periodo l’amministrazione si trova a dover lavorare su una nuova Ztl di 6 km a nord con 6000 abitanti e centinaia di attività coinvolte e tutti i cantieri a Rimini sud solo per restare in fascia turistica, capiamo bene che di cose da fare e da fare in fretta ne abbiano tante e che ogni tanto qualche misunderstanding possa capitare. Aspettiamo la riunione di mercoledì sera per saperne di più con la massima fiducia”.