Indietro
lunedì 27 giugno 2022
menu
Play Off Serie B

RBR vince gara1 con Taranto. Coach Ferrari: "Gara2 sarà completamente diversa"

In foto: (Foto Nicola de Luigi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
lun 16 mag 2022 00:38 ~ ultimo agg. 16:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

1-0 Rimini! Buona la prima per RivieraBanca Basket Rimini, che porta a casa Gara1 dei quarti di finale playoff contro Taranto davanti al pubblico amico del PalaFlaminio (89-73 il finale, vedi notizia). Per i ragazzi di Coach Mattia Ferrari un inizio non semplice, compensato però da un super secondo quarto (33 punti segnati) e più in generale da un’ottima prestazione in attacco. Tante note positive per i biancorossi: molto spazio lasciato ai giovani ed un po’ di riposo per diversi senior, una buona notizia in vista dell’impegno ravvicinato di martedì sera quando si giocherà Gara2.

Le dichiarazioni del dopogara del coach di RivieraBanca Basket Rimini, Mattia Ferrari.
“Innanzitutto conta vincere: secondo me nei playoff la qualità del gioco o cosa succede conta fino ad un certo punto perché siamo arrivati ad un momento della stagione in cui quello che conta è portare a casa la vittoria.
Sono contento perché sono riuscito a mettere in campo i giocatori con un minutaggio diluito e questo nel prosieguo della serie potrà essere una cosa importante perché mano a mano che si va avanti le energie diventano sempre meno; inoltre, com’era successo nell’ultima di campionato, il fatto che tutti siano coinvolti è molto importante per lo spirito ed il feeling che dobbiamo avere con la partita.
La prima cosa che ho detto alla squadra dopo aver fatto i complimenti è che non dobbiamo essere stupidi e pensare che la cosa più difficile, cioè l’ingresso nella serie, è passato: nei playoff ogni due giorni, lo dimostrano livelli più alti come Eurolega e NBA, può succedere di tutto. Ogni volta è una partita diversa, tra meno di 48 ore c’è Gara2 e giocheremo contro una squadra ancora più pronta e motivata che guarderà i giocatori in grado di leggere le situazioni: bisogna che noi continuiamo a stare sul pezzo, essere presenti e tenere l’asticella dell’attenzione ancora più alta perché secondo me Gara2 diventa un discreto crocevia di questa serie. Siamo contentissimi per come siamo entrati in questa serie con l’1-0 iniziale, adesso però Gara2 va presa con ancora più attenzione.”

Gara 2 sarà una partita diversa?
“Completamente diversa, perché le squadre iniziano a conoscersi ed in 48 ore ci sono giocatori che potranno essere recuperati dal punto di vista fisico, oppure che mentalmente sono entrati nella serie o che hanno giocato male e vorranno dare una svolta così come ci può essere un rilassamento da parte di chi ha vinto. È un mondo diverso ogni volta soprattutto per giocatori e strutture di questo livello, abituati a giocare una volta alla settimana: l’assurdo di questo campionato è dopo la regular season ci si gioca tutto ogni due giorni.
Bisognerebbe, lo dico da un po’ di tempo, che ci fossero più turni infrasettimanali durante l’anno, almeno nel girone di ritorno, per abituarsi; invece dopo 30 partite ed otto mesi si gioca ogni due giorni con il caldo ed il momento di stanca: questo porta a dei rischi altissimi. Noi siamo fortunati perché abbiamo una squadra lunga che può permettersi di tenere in campo tanti giocatori per minuti importanti, questa cosa nella prima partita mi ha aperto delle buone soluzioni per le prossime. È vero, però, che quando ci sarà la palla pesante ogni squadra ha 2-3 giocatori che devono essere pronti per stare in campo e giocare: nelle serie a cinque partite la differenza tra una gara e l’altra può pesare molto. Non dimentichiamoci poi i km: come noi venerdì giocheremo la partita dopo una trasferta di un giorno così è successo a Taranto, che sicuramente ha avuto il giorno di riposo dopo 8-10 ore di pullman, ma incide tutto in una serie playoff. Sono convinto che martedì sera troveremo un altro tipo di squadra, con un’altra impronta ed energia: dovremo essere capaci di giocare una partita maggiormente solida ed ancora più fisica.”

Le dichiarazioni del DS di RBR, Davide Turci.
“Volevo complimentarmi con tutti i giocatori e la dirigenza del Rimini Calcio che ha vinto il campionato di serie D, un bellissimo risultato. Inoltre ci tenevo a parlare del nostro pubblico, anche oggi splendido e voglio fare un ringraziamento particolare agli amici di Fluxo. Sappiamo benissimo che i primi caldi spingono i riminesi alle abitudini del mare e dell’aperitivo, per questo abbiamo spostato l’orario della partita alle 19. Noi abbiamo bisogno del pubblico che c’era stasera, ma anche molto di più: il mio appello è a tutti i tifosi ed appassionati che ci hanno sempre seguito, adesso è il momento di riempire il Flaminio. La squadra è pronta per i playoff, il progetto è solido, sano e serio ed abbiamo bisogno di tutti i nostri tifosi: vi chiedo di unirvi a noi perché abbiamo un sogno importante, per arrivare fino in fondo abbiamo bisogno di un grande pubblico. Stasera il colpo d’occhio era molto bello, però ci aspettiamo qualcosa di più perché sappiamo che Rimini può dare molto di più: oggi c’erano tante concomitanze di cause tra cui la bella giornata, però non dobbiamo avere alibi. I giocatori vanno in campo perché vogliono vincere e non hanno alibi, noi come riminesi e tifosi appassionati a questo progetto e questa squadra dobbiamo fare un passo in più ed essere presenti a partire da martedì sera alle 20.30 perché ogni partita fa storia a sé. La squadra ha bisogno di un Flaminio pieno: il mio appello è a tutti i tifosi riminesi, vi aspetto al Flaminio martedì sera alle 20.30. Riempiamolo!”

RivieraBanca Basket Rimini tornerà in campo, come detto, martedì 17 maggio alle ore 20.30 al PalaFlaminio per Gara2 dei quarti di finale playoff contro CJ Basket Taranto.

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini