Indietro
menu
Verso il voto

Pontrandolfo (Uniamo Riccione): rilanciare arte, artigianato e genius loci

In foto: Roberta Pontrandolfo
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 28 mag 2022 19:00 ~ ultimo agg. 30 mag 09:05
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

. Sono alcune delle priorità della lista civica Uniamo Riccione che sostiene la candidatura a sindaco di Daniela AngRilancio delle arti, recupero dell’artigianalità e dei tratti distintivi del genio localeelini. A spiegarlo è Roberta Pontrandolfo, scenografa, comunicatrice, ideatrice di Quella volta a Riccione e candidata consigliera. “I nostri artisti ed artigiani – scrive –, troppo spesso relegati in ambienti piccoli e sempre a latere, oltre che spesso divisi tra loro meritano, inoltre, un luogo centralizzato, una sorta di quartier generale che stiamo individuando affinché si trasformi in un’autentica Casa dell’Arte e dell’Artigianato“. “C’è desiderio profondo di far tornare nuovamente questa città alla rinascita e crescita delle avanguardie – aggiunge – che competano in modo sano cioè sviluppando, insieme, progetti futuri congiunti e condivisi. Riccione ha avuto ed ha un valore che merita d’essere riconosciuto attraverso la sensibilità e l’empatia di chi è consapevole che gli artisti e gli artigiani possono ridare grande slancio ed energia alla città. Creatività e artisti vanno valorizzati, perché sono risorse chiave per la città affinché essa possa attrarre quindi integrare un turismo dedito alla ricerca di quei luoghi che esprimono”.

La Pontrandolfo spiega che “vorremmo una Riccione in cui possano rinascere le botteghe, sia in centro che nei quartieri, dove la bellezza del ritrovato “fatto a mano” possa aver luogo assieme a tutti i tipi di musica, rigorosamente, live. Tutte le manifestazioni creative dalla pittura, scultura, istallazioni, cinema, danza in tutte le sue specialità non ultima quella aerea, unite in un tripudio di manifestazioni artistiche.” La street art e la valorizzazione dell’artigianato creativo diventano forme di abbellimento e di contenuto strategico anche per il nuovo progetto legato all’asse del porto presentato da Uniamo Riccione. Per quanto riguarda la spiaggia, la candidata di Uniamo Riccione parla di uno spazio naturale fondamentale per la Riviera “rivisitata grazie agli scultori della sabbia che la trasformano in opere d’arte di qualsiasi dimensione e soggetto“. “Insomma – prosegue -, una città interconnessa come fosse un enorme laboratorio in cui le giovani generazioni possano crescere e formarsi attraverso Arte e Artigianato che abbia con la tecnologia il giusto connubio. Una città in cui si respiri ossigeno artistico mediante i suoi linguaggi, è destinata a crescere culturalmente per se stessa ma anche in modo diffuso ed attraente per un turismo rinnovato che ama contenuti in cui la bellezza indigena sia applaudita, ammirata, riconosciuta e condivisa. Una Riccione rinnovata nella sua unicità, che guarda al futuro riscoprendo la forza delle radici e del genius loci e dove le generazioni dialogano e si rafforzano vicendevolmente in un percorso inclusivo, fatto di differenza e ricchezza. Tutto ciò potrebbe aiutare, soprattutto le nuove generazioni, ad attenzionarsi ad altro. Il bello attira il bello” conclude Roberta Pontrandolfo.