Indietro
menu
Una città all'altezza

Indino (Confcomm.): Rimini ha superato a pieni voti l’esame Alpini

In foto: Gianni Indino "alpino"
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 12 mag 2022 17:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Lasciando da parte la questione molestie, il presidente della Confcommercio riminese Gianni Indino stila un bilancio positivo dell’Adunata degli Alpini. “È stato un evento gigantesco – dice – che ha coinvolto tutto il territorio e che per quattro giorni ha portato a Rimini vivacità, musica e amicizia. Alla vigilia dell’Adunata, conoscendo i numeri eccezionali che erano previsti, mi sono chiesto se Rimini fosse ancora in grado di accogliere tutte insieme centinaia di migliaia di persone e poi essere pronta in poche ore a tornare ad essere una città vivibile per i suoi cittadini e per i turisti che stanno arrivando con l’avvio della bella stagione. Rimini ha risposto in maniera perfetta, vincente, come mi aspettavo.
Rimini e tutto il territorio si sono dimostrati ancora una volta i numeri uno dell’accoglienza e della condivisione, aprendo le porte a chi sceglie di venire qui per godere della bellezza dei nostri luoghi, delle eccellenze enogastronomiche, dei nostri servizi, delle proposte di divertimento, di mare, storia e cultura.”
Secondo Indino “aspetti migliorabili ce ne sono, ne hanno parlato anche i fornitori dei servizi di mobilità nelle ore appena seguenti l’Adunata, ma capire dove si è commesso qualche errore serve a trovare risposte per fare meglio già alla prima nuova occasione. Da questo evento di enormi proporzioni emerge che la città, le imprese, i cittadini, tutto il territorio provinciale, si sono aperti all’accoglienza e insieme hanno accettato di vivere momenti di condivisione che difficilmente si potranno dimenticare“. “L’Adunata – prosegue il presidente di Confcommercio – ha fatto felice il territorio non solo dal punto di vista economico, ma anche dell’orgoglio di una città che ha il turismo e l’accoglienza nel Dna e che ha dimostrato di avere la voglia e la forza di ripartire, di mettersi alle spalle due anni di pandemia, di fare nuove amicizie e aprirsi al mondo in un momento in cui tutti hanno la tentazione di chiudersi nel proprio recinto per le incertezze e le paure del difficile periodo che stiamo vivendo. Rimini è questo, noi siamo questo e lo dimostriamo ad ogni occasione. Sono certo che le centinaia di migliaia di Alpini che sono arrivate insieme ad accompagnatori, amici e famiglie, abbiano apprezzato questo nostro spirito, che è sfociato in un grande abbraccio con il nostro territorio che molti di loro nemmeno conoscevano“.
Nulla di tutto ciò era scontato e se questa manifestazione è riuscita, molto del merito – aggiunge Indino – va a chi ci ha creduto per anni nonostante i rinvii per il Covid, alle migliaia di volontari che hanno lavorato all’organizzazione, agli imprenditori e ai lavoratori che hanno accolto questa imponente mole di persone dando l’anima per lasciare un buon ricordo, indelebile, di ospitalità, solidarietà e buon vivere. Sono certo che anche per gli Alpini sarà difficile trovare un altro territorio così. Per Rimini l’esame Alpini è superato a pieni voti” conclude il presidente provinciale.