Indietro
mercoledì 18 maggio 2022
menu
Basket Serie B

L'ala Guido Scali è la "polizza" di RBR. Il DS Turci: "Ora cerchiamo un under"

In foto: Tommaso Rinaldi, Davide Turci, Guido Scali e Mattia Ferrari
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
mer 27 apr 2022 11:25 ~ ultimo agg. 28 apr 12:04
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Guido Scali è il volto nuovo in casa RivieraBanca Basket Rimini. L’ala, 1 metro e 95 d’altezza, proviene dalla Pallacanestro Molfetta, con la quale ha rescisso nelle scorse ore per approdare in Romagna. Rimini per lui è quasi un regalo di compleanno, visto che il 30 aprile compirà 24 anni.

Scali è la “polizza assicurativa” di RBR, il giocatore che sarà chiamato a sostituire eventuali infortunati, lui che fino a ieri era abituato a calcare il parquet per 35 minuti, giocando diverse partite 40 minuti filati. L’ala si è messa subito a disposizione della società e di coach Ferrari, con la sua energia, una delle sue caratteristiche principali, come ha detto nel corso della conferenza stampa di presentazione, svoltasi in mattinata nella sala stampa del PalaFlaminio e trasmessa in diretta Facebook sulle pagine Icaro Sport e Rinascita Basket Rimini.

Presenti all’incontro con gli organi d’informazione il coach di RivieraBanca Basket Rimini, Mattia Ferrari, il capitano Tommaso Rinaldi ed il direttore sportivo, Davide Turci, che oltre a spiegare il perché dell’arrivo di Scali ha annunciato un altro movimento in entrata: “Adesso cerchiamo un under, visto il grande risultato della nostra Under 19 targata Angels Santarcangelo, sempre allenata da coach Ferrari, che ha raggiunto le Finali Nazionali di categoria, in programma dal 6 al 12 giugno a Ragusa”.

LA NOTA DI RBR
RivieraBanca Basket Rimini è lieta di comunicare l’approdo in maglia biancorossa della guardia/ala classe 1998 Guido Scali (195 cm x 96 kg), proveniente dalla Pallacanestro Molfetta (serie B girone D) dove s’è reso protagonista con oltre 35′ in media di utilizzo nei quali produceva 12.2 punti e 8.9 rimbalzi a partita.

Esterno molto energico ed estremamente versatile, in quanto può ricoprire diversi ruoli sul parquet, Guido può già vantare esperienze importanti nella sua carriera in serie B, nonostante la giovane età, in particolare durante i tre anni ad Omegna (2018-2021): qui ha sollevato la Coppa Italia 2019 nonché raggiunto la finale playoff nello stesso anno (persa solamente in gara 5 contro l’Urania Milano), in entrambi i casi insieme al nostro Marco Arrigoni, e la semifinale playoff 2021 dove ha ceduto il passo, sempre per 3-2, ad Agrigento dov’era in forze il nostro Andrea Saccaggi.

In precedenza una stagione e mezzo a San Giorgio su Legnano (2017-2019), dove è stato compagno di squadra del nostro Andrea Tassinari, con cui ha raggiunto la qualificazione ai playoff nel 2018. Cresciuto nel settore giovanile della sua città natale, Empoli, Guido ad appena 17 anni è stato chiamato da Jesi, in serie A2, che gli ha permesso di esordire nel secondo campionato italiano da giovanissimo: nelle sue due stagioni marchigiane (2017-2019), Guido ha fatto un’importante esperienza come under.

Guido è stato ufficialmente presentato questa mattina presso la sala stampa del PalaFlaminio in una conferenza stampa cui erano presenti anche il DS Davide Turci, Coach Mattia Ferrari e capitan Tommaso Rinaldi, oltre alla stampa locale. La conferenza è stata trasmessa in diretta da Roberto Bonfantini, che ringraziamo per il servizio, sulle pagine Facebook Icaro Sport e Rinascita Basket Rimini ed è rivedibile in qualsiasi momento.

“In primis ringrazio la Società di provenienza di Guido, Molfetta, che si è resa disponibile a questa operazione, in particolare il GM Leonardo Scardigno, persona onesta e squisita nelle tempistiche – commenta in apertura il DS Davide Turci -. Noi siamo una Società ambiziosa, l’abbiamo sempre dichiarato: crediamo fortemente nel primo posto, sappiamo che la squadra se lo merita e sarebbe un primo obiettivo importante. Durante i colloqui avuti con Coach Ferrari nelle ultime settimane sulla possibilità di inserire un nuovo giocatore, Mattia è sempre stato categorico sul tutelare la squadra che ha iniziato il campionato, evidenziando che saranno coloro presenti dall’estate i protagonisti dei playoff. Gli infortuni, soprattutto quest’anno, sono sempre dietro l’angolo ed è per questo che la Società, grazie alla spinta di soci, sponsor e tifosi, non ha lasciato nulla d’intentato: Guido ha caratteristiche molto chiare, può ricoprire più ruoli e sarà la nostra polizza assicurativa da qui a fine stagione quando verrà chiamato in causa. Lui ha accettato con grande entusiasmo il ruolo da ottavo senior, siamo veramente contenti di averlo con noi perché è un giocatore di assoluto valore, un combattente che ci darà una grossa mano. Ieri sono stato dalla squadra ad annunciare questo blitz improvviso, facendo capire tutta la nostra estrema fiducia ai ragazzi che ci hanno portato, speriamo, al primo posto perché questa è una squadra importante.”

“Penso che questa mossa da parte della Società sia intelligente – così il capitano Tommaso Rinaldi -. Negli anni passati, quando giocavo per vincere in A2, si prendeva sempre un americano di scorta per non lasciare nulla al caso. Ovviamente contiamo di non avere più infortuni che ci hanno tartassato per tutta la stagione, però Guido ci darà un grandissimo aiuto a partire dal primo allenamento di oggi, dove tornerà anche Masciadri, per alzare la qualità. La Società è stata molto chiara: chi è partito in estate arriverà fino in fondo, per noi è motivo di orgoglio ed un incoraggiamento a fare meglio. Ci siamo già giocati la sconfitta bonus domenica scorsa ad Ancona con una pessima prestazione, ora abbiamo ben chiaro che il nostro obiettivo è conquistare tre vittorie ed avere la possibilità di giocare tutte le eventuali gare 5 dei playoff in casa.”

“Insieme alla Società abbiamo concordato che un’eventuale aggiunta al roster doveva essere un giocatore ed una persona di qualità – dice Coach Mattia Ferrari -. Il ruolo affidato a Guido è oggettivamente complicato: bisognava essere molto chiari nella proposta e capire se il giocatore avrebbe sposato questo presupposto, Guido arriva a Rimini avendo disputato un campionato importante a Molfetta e con alle spalle qualche stagione in A2 da under, con l’entusiasmo e l’idea di mettersi a disposizione, facendo quello di cui c’è bisogno. Ci attende un rush finale dove potremmo dover giocare 18 partite in un mese e mezzo, ci dispiacerebbe lasciare per strada un risultato perché, ad esempio, mancano due giocatori in una partita importante. Il fatto che Guido provenga dal girone D, che incroceremo nei playoff, non è una cosa da sottovalutare perché ci potrà dare dei feedback importanti; il campo, poi, dirà se la scelta è stata giusta e quale sarà il suo utilizzo, bisogna dire però che rispetto ai giocatori disponibili in questo momento Guido, che da oggi consideriamo un rinforzo, ci è sembrato il profilo migliore per le nostre esigenze. Ringrazio il Club, la proprietà e gli sponsor perché senza di loro nulla di questo sarebbe possibile, e ribadisco l’invito domenica a Cesena per il derby: sarà una partita dura perché loro hanno cambiato allenatore, noi dovremo riscattare l’opaco primo tempo di Ancona e tornare a vincere su un campo difficile. Da un certo punto di vista non posso chiedere di più alla Società perché mi ha messo tra le mani un roster di assoluta qualità, tutto quello che succede d’ora in poi sarà nostra responsabilità sul campo.”

“Arrivo in un gruppo che finora ha fatto benissimo, si trova al secondo posto ed ha tutte le carte in regola per finire primo – ecco le prime parole di Guido Scali da giocatore biancorosso -. Sono molto motivato ed orgoglioso della chiamata di una società storica ed importante come Rimini, il mio impegno non mancherà mai agli allenamenti e vengo qui per imparare: le prime sensazioni sono quelle di una squadra vogliosa e carica per centrare l’obiettivo.
Il seguito dei tifosi è molto importante, questa società si merita le primissime posizioni in classifica e palcoscenici diversi: faremo di tutto per raggiungere l’obiettivo sperato.”

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini