Indietro
sabato 14 maggio 2022
menu
Calcio Promozione

Domenica il derby tra S. Ermete e Vis Novafeltria

In foto: Braschi in azione
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 22 apr 2022 10:06
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

ULTIMO ATTO. Giornata importante domenica per i verdi che ospiteranno al S. Ermete Stadium la Vis Novafeltria, nell’ultimo derby in programma di questa stagione. Il S. Ermete arriva dall’importante vittoria in esterna sul campo dello Spontricciolo, la prima della gestione Santi-Mazza. Proprio l’attuale allenatore del S. Ermete vivrà il match con una particolare emozione dato che a Novafeltria ha militato da giocatore nella veste di attaccante. Una sfida importante per ambedue le formazioni che hanno voglia di rivalsa, il S. Ermete per cercare di agganciare Sampierana e Bellaria per l’ultimo posto valevole per i play off, mentre il Novafeltria, considerando anche il calendario che lo vedrà protagonista alla prossima con il Torconca, cerca la matematica salvezza per poter programmare già da subito la prossima stagione. Gli uomini di Giorgi, prima della sosta Pasquale, hanno ottenuto un ko interno con la Sampierana, attualmente in zona play off.

DERBY IN STAGIONE. Tre sconfitte, un pareggio e una sola vittoria, per giunta proprio all’andata con la Vis Novafeltria, questo è il bilancio del S. Ermete nei derby di stagione. La squadra di Martino ha dalla sua, uno score invidiabile con i gialloblu ospiti con i quali, nelle ultime stagioni, nei bilanci tra Prima Categoria e Promozione non è mai uscito sconfitto, rimediando pareggi e vittorie divenendo a questo punto vera bestia nera per il Novafeltria, precedenti invece non favorevoli negli altri derby di stagione, terminati con due sconfitte con il Pietracuta, un pareggio e una sconfitta con il Verucchio.

DIREZIONE ARBITRALE. La gara sarà arbitrata da Lorenzo Zannoni della sezione di Cesena, coadiuvato da Mattia Sabba della sezione di Rimini e Jacopo Gioacchini della sezione di Cesena.