Indietro
venerdì 27 maggio 2022
menu
Basket Serie B

RivieraBanca Basket Rimini-Andrea Costa Imola, la vigilia di Ferrari e Turci

In foto: Davide Turci e Mattia Ferrari (Foto Nicola de Luigi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
sab 19 mar 2022 12:56 ~ ultimo agg. 20 mar 11:39
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Domenica alle ore 18:00 al Flaminio il derby tra RivieraBanca Basket Rimini e Andrea Costa Imola. La partita sarà trasmessa su Icaro TV (canale 18) domenica alle 20:35.

Il prepartita del coach di RBR, Mattia Ferrari, e del direttore sportivo biancorosso, Davide Turci.

Davide, domani ci sarà l’RBR Day. Quanto è importante per RBR questa giornata?
“Voglio ringraziare tutti i nostri abbonati, soci e sponsor che sono corsi a comprare il biglietto ed avere in omaggio la sciarpa perché è stato un segnale molto importante. Come Società ci teniamo una volta all’anno a fare il punto della situazione, una chiamata generale del pubblico riminese che ha sempre risposto in questi anni. Mai come questa domenica abbiamo assolutamente bisogno di un palazzetto pieno e tanto entusiasmo da trasferire ai nostri giocatori in campo. Abbiamo un’ambizione importante e l’abbiamo dichiarato dal primo giorno che ci siamo riuniti, ovviamente non è mai facile perché in un percorso si possono ottenere vittorie e sconfitte; sicuramente è una situazione particolare, però il pubblico deve sapere che il nostro progetto è molto solido e per raggiungere certi risultati è fondamentale il sostegno dei tifosi. Conosco la piazza di Rimini e so che reagisce bene agli eventi ed alle partite ad effetto: domani è importante esserci perché anche la città stessa deve dimostrare che crede in RBR e vuole aiutarci a raggiungere un sogno tutti insieme. Aspetto tutti i tifosi al palazzetto, invito chi non riuscirà a venire alla partita ad acquistare comunque il biglietto e ritirare la bellissima sciarpa in omaggio. RBR Day non è una festa della Società, ma della città intera: noi in qualsiasi cosa mettiamo Rimini al centro del nostro progetto, abbiamo piacere che domenica sia una grande giornata. Ringrazio in anticipo i tifosi per aver acquistato tantissimi biglietti”.

Coach, Davide Turci ha fotografato la situazione fuori dal parquet. Qual è invece la condizione dei ragazzi che scenderanno in campo?
“Mi ricollego a quello che ha detto Davide quando ha sensibilizzato il pubblico sull’importanza di averlo vicino nella partita di domani perché mai come questa domenica ci sarà bisogno della spinta e del calore del pubblico vista la situazione. Non siamo soliti piangerci addosso e non abbiamo mai parlato di assenze, però obiettivamente questa è stata una settimana che in carriera non mi è mai capitata: per fare un esempio, giovedì avevamo tre giocatori disponibili per allenamento ed io stesso ero a letto con l’influenza, ieri ne abbiamo recuperato uno e stamattina sono tornati disponibili altri giocatori. Domattina vedremo con la conta ufficiale chi sarà presente con energie da poter mettere in campo per sudare la maglia e giocare la partita. Ci tengo personalmente a ringraziare Massimo Bernardi e tutta l’organizzazione degli Angels Santarcangelo perché senza di loro non avremmo fatto niente di pallacanestro: loro quest’oggi giocano una partita molto importante per il prosieguo del campionato in C Silver, ma nonostante tutto hanno dato una grande disponibilità ed hanno capito il nostro reale momento di difficoltà. Purtroppo la situazione è questa, speriamo che domattina qualcun altro recuperi e riesca a venire a giocare perché tra influenza e problematiche fisiche, sotto gli occhi di tutti l’infortunio di Arrigoni domenica scorsa a Faenza ed altri problemi fisici sopravvenuti nell’unico vero allenamento svolto, decideremo domani a ridosso della partita chi sono le persone che potranno darci una mano dal punto di vista, perlomeno, della presenza fisica.”

Davide, la situazione è oggettivamente complicata ma questa squadra ha dimostrato durante la stagione di poter superare le diverse difficoltà incontrate.
“In questi giorni ho pensato al messaggio motivazionale che manderò domattina alla squadra perché c’è bisogno di tirare fuori tutte le energie rimaste. È una squadra orgogliosa fatta di ragazzi seri ed intelligenti che sanno benissimo il tipo di progetto che abbiamo, quanto ci teniamo a rispettare la maglia ed a fare di tutto per regalare soddisfazioni ai nostri tifosi. Siamo uomini di sport, sappiamo benissimo che è stata una settimana veramente difficile ed accettiamo il verdetto del campo, ma sono sicuro al cento percento che la nostra squadra ed il nostro staff farà di tutto per regalare una soddisfazione ai propri tifosi. Il campionato non finisce domani, ma domani sarà una giornata particolare dove abbiamo chiamato tutti coloro che amano veramente questa squadra, questa città e questo progetto: sono sicuro che in qualche modo troveremo un’energia in più e ci aspettiamo che arrivi dagli spalti. Punto molto su questo aspetto perché sono il primo tifoso di RBR e ci credo veramente tanto, mi appello a tutti i nostri tifosi cui dico di stare tranquilli perché noi puntiamo ad ottenere il miglior risultato possibile perché abbiamo un sogno importante ed un progetto solido che è già pronto a fare il salto di qualità che tutti speriamo. Le cose sono molto chiare: nel primo triennio abbiamo vinto il campionato e poi siamo stati fermati due volte dal Covid, quest’anno vorremmo giocare le partite e siamo sicuri che daremo il massimo per arrivare fino in fondo. Domani mi aspetto un grande pubblico per fare l’impresa.”

Coach, quali sono le sue considerazioni tecniche sulla partita al netto della condizione fisica della squadra?
“Non bisogna sottovalutare che domani c’è un avversario di valore che sta facendo un campionato importantissimo, ha 28 punti ed ha battuto non più di tre settimane fa Roseto in casa. È una squadra vera e da playoff, sarebbe stato bello molto bello giocare una partita del genere con la giusta preparazione perché la merita; parlare dal nostro punto di vista di preparazione è pressoché impossibile, noi abbiamo le nostre regole difensive ed offensive che proveremo a mettere in campo a prescindere dalle persone che giocheranno. Bisognerà poi fare ricorso ad una riserva di energia, orgoglio, volontà ed anche un po’ di rabbia per cercare di mettere in campo il meglio possibile contro un avversario di alto rango.”

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini