Indietro
mercoledì 18 maggio 2022
menu
Presidente a 22 anni

RiminiRugby nomina il più giovane presidente di club della storia: è Andrea Bugli

In foto: Il presidente Andrea Bugli e la vicepresidente Martina Dell'Omo
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 7 mar 2022 15:58 ~ ultimo agg. 8 mar 12:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

RiminiRugby nomina il più giovane presidente di club della storia: è Andrea Bugli, 22 anni, eletto con un plebiscito in ticket con l’altrettanto giovane vicepresidente Martina Dell’Omo di soli 27 anni.

Un voto unanime anche al Direttivo: Paolo Rambaldi e Rocco Benedetto Presidenti Onorari, confermati i consiglieri Alice Carlini e Alipio Menghetti, già responsabile della comunicazione.

La società, fondata nel 2002, spegne le 20 candeline con un gesto di grande significato: lasciare il campo ai giovani. Andrea Bugli, Martina Dell’Omo e Alice Carlini, competenti e appassionati, erano ugualmente eleggibili: sono stati i diversi impegni e distanze a farli concordare di lasciare la prima carica ad Andrea. Con i suoi 15 anni di rugby attivo, Bugli è contemporaneamente il più giovane e il “veterano” dei tre, e probabilmente il più giovane presidente di un club sportivo mai eletto.

“Gioco da 15 anni, mi sono speso tanto, ci tengo al club, mi sentivo di dare una mano. Raccolgo il testimone da Paolo confermando che proseguiremo sulla linea che ha dato lui – ha dichiarato, con voce emozionata, il nuovo Presidente, promettendo di dedicare tutto il suo impegno ai ragazzi -. Ho iniziato a giocare a 8 anni, con Rocco. Mi sembra giusto esser qui per loro e dare loro il meglio. Nonostante le difficoltà di questi anni, i ragazzi meritano materiale nuovo, una palestra, un pulmino: dobbiamo dare la possibilità a tutti di poter essere ciò che vogliono essere”.

“Sono in totale sintonia e in linea con Andrea – gli fa eco Martina Dell’Omo, rugbista nazionale e allenatrice a Cesena – quando sono approdata al rugby ho ritrovato ciò che non trovavo più nello sport precedente: una famiglia. Sono qui per fare in modo che tutti si sentano accolti, compresi e valorizzati, nello sport e nella vita.”

L’Ex-presidente, il fondatore di Italia in Miniatura – Paolo Rambaldi passa il testimone ma non lascia la società: si dedicherà ai progetti speciali per diffondere e promuovere la cultura del rugby. Ha cominciato portando i riflettori nazionali sul Rugby in Piazza Cavour, trasformata in un grande campo di gioco, format che vuole “esportare” non solo nelle città dell’Emilia-Romagna, ma anche a Parigi sotto la Torre Eiffel.

Impegni intensi anche per l’altro Presidente Onorario, Rocco Benedetto: fu lui a portare il rugby a Rimini nel 2002, fondando RiminiRugby, e fu lui il primo allenatore dell’allora 8enne Andrea Bugli. Delegato provinciale FIR è l’instancabile motore delle iniziative sociali e solidali del Club dal Cuore Ovale, dalle raccolte fondi al sostegno alle associazioni di assistenza.

Per festeggiare i 20 anni e il nuovo corso della Società, RiminiRugby ha in programma iniziative speciali e una sorpresa, che sarà svelata nei prossimi giorni.

Con la preziosa esperienza di tecnici e imprenditori e il timone mano alle nuove leve, RiminiRugby si dota di un assetto unico e solido: quello che ci vuole per rafforzarsi come club di riferimento a Rimini per i valori sportivi e sociali del rugby, nel campo e nella vita.