Indietro
martedì 17 maggio 2022
menu
Basket Serie B

RBR K.O. con Ancona, coach Ferrari: "Abbiamo giocato una partita veramente povera"

In foto: (Foto Nicola de Luigi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 17 feb 2022 00:56 ~ ultimo agg. 00:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Cade l’imbattibilità casalinga di RivieraBanca Basket Rimini, superata nel recupero infrasettimanale da una solida Ancona (46-62, vedi notizia).

Le dichiarazioni del coach di RBR, Mattia Ferrari.

“È successo quello che temevo alla vigilia: bisogna fare i complimenti ad Ancona perché ha giocato la sua partita con grande qualità ed attenzione, noi ci abbiamo capito poco. L’ho detto alla squadra nello spogliatoio, quando non si capisce è molto difficile che venga tutto il resto; durante una stagione succede di vincere giocando bene o male e di perdere giocando bene o male, oggi siamo passati dalla parte della sconfitta giocando male. Capita, non dobbiamo fasciarci la testa ma guardare avanti e pensare già all’allenamento di domani ed alla partita di domenica. Ci dispiace perché abbiamo giocato una partita con pochissima energia e contenuti tecnici: una partita veramente povera.”

Coach, quanto hanno inciso, oltre ai vostri demeriti, l’assenza di Saccaggi e le non perfette condizioni di Rivali?
“50-50: ci sono i demeriti nostri, però ci sono anche gli avversari che giocano. Non parliamo degli assenti, parliamo di chi ha giocato: non è stata una buona partita, punto. Dobbiamo rivederla e pensarci, cercare di mettere insieme fin da subito le situazioni e ripartire: capita giocare male ed avere una partita così, peccato però dobbiamo andare avanti e cercare di prepararci al meglio per la prossima.”

C’è una cosa in particolare che vorrebbe vedere di diverso domenica a Jesi rispetto a questa sera?
“Sicuramente giocheremo una partita diversa, ne sono convinto ed ho grande fiducia nei miei giocatori. Adesso siamo un po’ feriti, ma sapremo rialzarci: dobbiamo giocare con un altro piglio ed un altro tipo di energia, soprattutto non iniziare a demoralizzarci se le cose vanno male. Oggi era una partita dove le cose che facevamo di solito non ci riescono, le energie ti portano a fare cose fuori dal seminato mentre invece ci vuole una concentrazione e lucidità molto alta. Oggi questa cosa non è successa, loro sono stati bravi a punirci. Ci tengo a dire un’ultima cosa: non parlo mai dell’arbitraggio, e non ha influito sulla partita, però c’è un fatto di educazione che spero venga sempre rispettato. Ci dev’essere un rispetto nostro verso chi arbitra e di chi arbitra verso di noi, bisogna dosare le parole e m’aspetto che questo venga sempre fatto in un certo modo: oggi questa cosa non è capitata ed un po’ mi dispiace.”

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini