Indietro
mercoledì 18 maggio 2022
menu
Italiani Indoor a RiminiFiera

Marco Bruno cala il tris nel Compound. 5° titolo assoluto per Marcella Tonioli

In foto: Marcella Tonioli (credit FitArco)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
ven 25 feb 2022 23:13 ~ ultimo agg. 23:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ancora sfide mozzafiato, risolte all’ultima freccia, anche nella seconda giornata di gare della 49esima edizione dei Campionati Italiani indoor di tiro con l’arco, in svolgimento fino a domenica 27 febbraio alla Fiera di Rimini con quasi 1.300 arcieri complessivamente sulla linea di tiro.

Il venerdì di gare era dedicato alla divisione Compound: le 60 frecce di ranking round, oltre ad assegnare i titoli di classe Ragazzi, Allievi, Juniores, Seniores e Master, hanno stabilito il tabellone dei match uno contro uno (i migliori 16 ammessi alle eliminatorie, dagli ottavi) che al termine di una serie di avvincenti testa a testa hanno visto la conferma tricolore per il terzo anno di fila di Marco Bruno (Arcieri di Volpiano), mentre in ambito femminile assoluto ha calato la cinquina vincente Marcella Tonioli (Arcieri Montalcino).

TRIS TRICOLORE PER MARCO BRUNO – A guadagnarsi la finalissima nel maschile sono il campione uscente Marco Bruno (Iuvenilia) e Valerio Della Stua (Arcieri Solese). Il torinese, dopo aver superato agli ottavi Roberto Carosati 150-148, ai quarti allo shoot-off Carlo Bernardini (Arco Sport Roma) dopo il 148 pari e in semifinale Elia Fregnan 149-143, non ha lasciato scampo al rivale piazzando una serie di tredici 10 di fila dopo due 9 iniziali così da chiudere sul 148-143 e conquistare il terzo titolo consecutivo.

“Davvero un bell’anno, anche se impegnativo, ma le soddisfazioni stanno arrivando – commenta Bruno, reduce dagli Europei indoor di Lasko – Il peso della Nazionale? Quando sei agli scontri devi pensare solo a fare centro, non alla maglia che vesti. Certo si sente la responsabilità di rappresentare il proprio Paese e non solo te stesso. Per quest’anno gli obiettivi sono provare tutti i tiri, quindi il Targa, il Campagna e il 3D. Non sono le mie specialità preferite ma è stimolante mettersi in gioco per migliorare il proprio bagaglio”.

Della Stua aveva messo in fila Andrea Leotta 148-143 negli ottavi, Roberto Sottile 148-142 nei quarti e in semifinale allo spareggio Federico Pagnoni dopo il 146-146.

Sul filo dell’equilibrio la finale per il bronzo, che ha visto Elia Fregnan (Arcieri del Torrazzo) spuntarla per 149-147 su Federico Pagnoni (Compagnia Arcieri Bresciani).

QUINTO TITOLO ITALIANO PER MARCELLA TONIOLI – L’oro assoluto femminile arriva invece per la quinta volta al collo di Marcella Tonioli (Arcieri Montalcino), che vince il duello in chiave azzurra con Anastasia Anastasio (Gruppo Sportivo Marina Militare), diventata mamma da qualche mese. La sfida, molto equilibrata, grazie a ben nove frecce sul “10” di fila nelle ultime tre volée, si chiude sul 147-146 in favore dell’atleta nata a Portomaggiore il 31 maggio 1986 ma ormai senese d’adozione dopo il matrimonio con Leonardo Ceccarini.
“Tante volte ci siamo scontrate per il titolo con Anastasia, sinceramente ho perso il conto, comunque a questi livelli siamo tutti sul pezzo ed è sempre una nuova sfida, anche con le ragazze emergenti che stanno crescendo bene. Per questo sono davvero contenta per questo risultato”, le parole a caldo di Tonioli, che aveva raggiunto la finalissima dopo aver superato agli ottavi Giuseppina Parolisi 145-144, ai quarti Andrea Nicole Moccia allo spareggio 147-147 (10-9) e in semifinale Paola Natale (145-144), dodici mesi fa sempre nei padiglioni di Rimini Fiera capace di centrare il suo primo tricolore assoluto.

Anastasio era arrivata a giocarsi il primo gradino del podio dopo aver superato nell’ordine Martina Serafini 144-144 (10*-9), Cinzia Ferrari 148-139 (agli ottavi aveva eliminato l’azzurra Irene Franchini, faentina d’adozione) e in semifinale l’azzurra Elisa Roner (148-147).

La finale per il bronzo ha invece premiato Elisa Roner (Kappa Kosmos Rovereto), che ha superato 148-143 la campionessa uscente Paola Natale (Arcieri Cormons).

TITOLI ASSOLUTI A SQUADRE – Sono stati assegnati anche i titoli assoluti a squadre.
Ad ottenere il titolo maschile gli Arcieri Kappa Kosmos Rovereto (Capovilla, Mior, Sut), prevalendo 229-227 sugli Arcieri del Torrazzo, con al terzo posto i siciliani della PAMA Milazzo.

Al femminile primo titolo per gli Arcieri Cormons (Barbieri, Natale, Ret) imponendosi in finale

sulla società veneta Arcieri Decumanus Maximus, sul terzo gradino del podio le atlete degli Arcieri del Torresin Oderzo, a segno lo scorso anno.

I TITOLI DI CLASSE INDIVIDUALI – Elia Fregnan (Arcieri del Torrazzo) vince il titolo senior con 596 punti davanti a Valerio Della Stua (Arcieri Solese) e Federico Pagnoni (Arcieri Bresciani) entrambi con 594. Nel femminile vittoria per Marcella Tonioli (Arcieri Montalcino) con 589 punti davanti a Elisa Roner (Kappa Kosmos Rovereto) con 585 e a Irene Franchini (Fiamme Azzurre) con 584.
Tra i Master oro per Carlo Bernardini (Arco Sport Roma) con 585 punti, due in più su Roberto Nevischi (Arcieri Livornesi) e tre su Andrea Parenti (Arcieri Re Astolfo). Tra le donne titolo per Cinzia Ferrari (Arco Sport Roma) con 571 punti, argento per Patrizia Corrente (Arcieri Abruzzesi) con 570) e bronzo per Francesca Peracino (Arcieri delle Alpi) con 568.

Nella categoria Junior maschile primo Giacomo Cuogo (Arcieri San Marco Stigliano) con 584 punti, secondo Leonardo Costantino (Arcieri delle Alpi) con 582 e terzo Valentino De Angeli (Arcieri di Rotaio) con 579. Al femminile trionfa Elisa Bazzichetto (Arcieri del Torresin) con 580 punti davanti a Giulia Di Nardo (Arcieri delle Alpi) con 575 e ad Andrea Nicole Moccia (Arcieri del Torresin) con 574.

Lorenzo Gubbini (Arcieri di Assisi) è il nuovo campione italiano Allievi con 576 punti, cinque in più di Fabrizio Aloisi (Iuvenilia) e Marco Tosco (Arcieri Alpignano). Oro tra le Allieve per Arianna Valent (Arco Club Tolmezzo) con 557 punti, argento per Viola Betti (Arcieri Città di Pescia) con 550 e bronzo per Caterina Gallo (Arcieri Balestrieri di Spinea) con 542.

Nella classe Ragazzi vince Andrea Fenoglio Gaddò (Arcieri degli Orsi) con 540 punti, secondo posto per Alessandro Noah Melis (Sardara Archery Team) con 515, terzo per Nicola Nardin (Arcieri Franchi) con 514. Al femminile oro a Emma Girardi (Arcieri del Cangrande) con 553 punti, argento a Claudia Nardecchia (Arcieri Burarco Vimercate) con 543 e bronzo a Caterina Moroldo (Arco Club Tolmezzo) con 526.

I TITOLI DI CLASSE A SQUADRE – Nelle squadre Senior maschili vittoria per la Compagnia Arcieri del Torrazzo (Fregnan, Ibba, Fiorani) con 1760 punti, nove in più degli Arcieri Solese (Della Stua, Leotta, Rota) e del Kappa Kosmos Rovereto (Sut, Mior, Capovilla). Nel femminile successo per Compagnia Arcieri Cormons (Natale, Ret, Barbieri) con 1726, secondo posto per gli Arcieri Montalcino (Tonioli, Menegoli, Foglio) con 1705, terzo per gli Arcieri delle Alpi (Franchini, D’Agostino, Bocina).

Tra i Master maschili oro per gli Arcieri delle Alpi (Chinotti, Rovera, Di Nardo) con 1715 punti, a 1711 argento per l’Arco Sport Roma (Bernardini, Marchetti, Paloni) e bronzo a 1710 per gli Arcieri del Cangrande (Milani, Bertagnoli, Marchesini). Al femminile l’Arco Sport Roma (Ferrari, Temperini, Crocioni) vince la gara con 1667 punti davanti agli Arcieri delle Alpi (Peracino, Botto, Di Michele) con 1663 e agli Arcieri del Roccolo (Toaiari, Lavazza, Cantoni) con 1650.

Tra gli Junior titolo agli Arcieri di Rotaio (De Angeli, Marchetti, Giannecchini) con 1731 punti, secondi gli Arcieri San Marco Stagliano (Cuogo, Fecchio, Scattolin) con 1701, terzi gli Arcieri del Roccolo (Castelli, Borsani, Cartagine) con 1697. Al femminile 1713 valgono l’oro per gi Arcieri del Torresin (Bazzichetto, Moccia, Perinotto), con 1608 è argento per gli Arcieri Club Lido (Valentino, Chiarella, Poerio Piterà) e con 1552 è bronzo per gli Arcieri delle Alpi (Di Nardo, Baron, Sgaramella).

Nella categoria Allievi maschile vincono gli Arcieri Balestrieri di Spinea (Carraro, Seno, Ferrazzo) con 192 punti, secondo posto per gli Arcieri della Stella (Garofalo, Nappi, Fretti), al femminile successo per gli Arcieri Balestrieri di Spinea (Gallo, Menin, Blè).

PROGRAMMA DI GARA – Sabato 26 e domenica 27 saranno invece le giornate dedicate all’arco olimpico con in campo i medagliati di Tokyo 2022 Mauro Nespoli e Lucilla Boari e tutti gli altri titolari della spedizione in terra giapponese. Il primo giorno assegnerà i titoli di classe, mentre il secondo sarà interamente dedicato agli scontri diretti che porteranno a decretare i campioni assoluti individuali e a squadre.

I Tricolori indoor sono trasmessi in diretta streaming su YouArco, canale ufficiale Youtube della Federazione Italiana Tiro con l’arco e in contemporanea sui canali social federali (Twitch, Facebook, Twitter). Le finali di sabato andranno in onda anche in live streaming su “Sport2U”, mentre una sintesi delle finali di domenica verrà trasmessa su Rai Sport.