Indietro
menu
progetto di Area Vasta

Romagna Next: nel progetto entrano altri tre comuni della provincia

In foto: la presentazione del progetto
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 13 gen 2022 13:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Prosegue il percorso di “Romagna Next”, il primo laboratorio nazionale di pianificazione strategica interprovinciale, che vede la costruzione di un progetto comune per il territorio della Romagna coeso verso la costruzione di una visione comune per l‘Area Vasta, da perseguirsi attraverso un insieme di azioni di governance, formazione e coaching, partecipazione e coprogettazione.

Il percorso, che ha preso avvio lo scorso novembre con la costituzione del Comitato istituzionale e del Board tecnico di progetto, sta entrando nella piena operatività con la realizzazione dei primi incontri di ascolto e confronto con i partner pubblici dei diversi territori coinvolti per raccogliere riflessioni, idee, criticità e fattori chiave. Dopo l’appuntamento con i referenti dell’area ravennate, tenutosi a metà dicembre, si svolgeranno nei prossimi giorni gli incontri con i territori di Rimini, Cesena e Forlì.

Nel frattempo, è partita l’azione per l’allargamento del partenariato pubblico, inizialmente composto da un primo nucleo di 16 amministrazioni romagnole, e che vede l’adesione di ulteriori amministrazioni. Fra queste si registrano le nuove adesioni dei comuni di Riccione, Bellaria-Igea Marina e San Giovanni in Marignano.

Il Comune di Rimini, capofila del progetto, ha invitato nei giorni scorsi tutti i Comuni e le Unioni del proprio territorio provinciale ad aderire al percorso “Romagna Next”. Al partenariato territoriale, oltre a Cattolica, Misano Adriatico e Santarcangelo di Romagna, hanno finora aderito i Comuni di Bellaria-Igea Marina, Riccione e di San Giovanni in Marignano, che prenderanno parte, insieme con la Provincia, all’incontro di audit territoriale in programma per venerdì 14 Gennaio. La possibilità di aderire resta aperta anche per ulteriori Comuni e Unioni che fossero interessati ad entrare nel percorso.

Oltre alla componente istituzionale, nel progetto troveranno ampio spazio anche l’Università di Bologna, con i suoi quattro Campus romagnoli, e gli stakeholder economici, sociali, culturali, ambientali del territorio romagnolo che parteciperanno, con diverse modalità, alle attività previste.

Per il Sindaco di Rimini, Jamil Sadegholvaad, “Il progetto Romagna Next che, come Sindaco di Rimini, ho l’onore di coordinare rappresenta senz’altro una sfida senza precedenti a livello italiano e anche per questo è stata premiata e finanziata da ANCI. Per questo motivo è fondamentale che tutto il territorio riminese e romagnolo aderisca e contribuisca alla realizzazione del progetto, a maggior ragione in considerazione della epoca straordinaria in cui ci troviamo ad amministrare i nostri territori e alle opportunità del tutto eccezionali su cui possiamo far leva per lo sviluppo competitivo e sostenibile delle nostre città, delle nostre comunità e del sistema Paese tutto.

]