Indietro
menu
Iniziativa Scout

60 nuovi alberi in arrivo a Saludecio

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 3 dic 2021 16:04 ~ ultimo agg. 6 dic 16:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Domenica 5 dicembre 2021 a Saludecio, località Monte del Prete Basso, il Coordinamento G.A.R.D.A. e A.G.E.S.C.I. Gruppi scout Alta Valle del Conca 1 e Morciano 1, daranno il via per la prima volta, nella parte sud della provincia di Rimini alla messa a dimora di 60 piante di 11 specie differenti, tra alto fusto e arbustive quali: Farnia, Frassino, Platano, Rhamnus, Nocciolo, Prugnolo, Fusaggine, Bogolaro, Acero Montano, Melo Selvatico, Ciliegio Selvatico.

Questa operazione di Saludecio, è una esperienza educativa pilota che coinvolge una cinquantina di volontari tra adulti, ragazzi/e e bambini/e, nata dall’incontro tra l’offerta di un terreno di 3000 mq circa di proprietà privata ed i volontari.

Gli scout Pionieri dell’iniziativa romagnola, supportano una impresa che ormai sta crescendo in tutta Italia grazie al coordinamento G.A.R.D.A.; l’acronimo di Gruppi e Associazioni Riunite a Difesa dell’Ambiente, sostiene un progetto trasversale lanciato in tempo pre-covid e che riguarda una call to action per piantare gli alberi rivolta a tutti: cittadini e associazioni.

Obiettivo festeggiare quante più piante sono state messe a dimora durante la giornata nazionale degli alberi, che anche quest’anno è caduta il 21 novembre.

L’iniziativa si applica sia ad aree comunali, previa autorizzazione, sia a terreni e giardini privati e l’associazione Garda fornisce informazioni e supporto pratico agli interessati. Molti i Comuni che hanno già aderito. Ed è bello sapere che anche all’estero sono stati stimolati e seguono questa proposta green. L’elenco è provvisorio e viene aggiornato man mano che pervengono nuove adesioni.

Ispirati da “l’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono, i nostri ragazzi/e ci invitano a seguire insieme l’esempio, perchè “…quest’uomo stava compiendo una grande azione, un’impresa che avrebbe cambiato la faccia della sua terra e la vita delle generazioni future.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Stefano Rossini
VIDEO
Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.