Indietro
menu
Relatori Rossi e Montevecchi

Passaggio Sassofeltrio e Montecopiolo, parte l'iter in Regione

In foto: Sassofeltrio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 17 nov 2021 16:03 ~ ultimo agg. 18 nov 10:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Per il passaggio dei comuni di Sassofeltrio e Montecopiolo dalla regione Marche alla regione Emilia-Romagna, definito con legge statale, è partito l’iter per l’approvazione della legge regionale e per arrivare, entro il 14 dicembre, al protocollo d’intesa con la Regione Marche. La legge regolerà tutto quello che ha a che fare con questa fase di transizione. Per semplificare il processo si è ritenuto di concludere i procedimenti già iniziati con la legislazione marchigiana, nei limiti della compatibilità con la legislazione emiliano-romagnola. Un percorso portato avanti dalla cittadinanza, partito con il referendum del 2007.

In commissione Bilancio, Affari generali e istituzionali, presieduta da Massimiliano Pompignoli, che ha approvato l’articolato del progetto di legge, sono intervenuti la relatrice di maggioranza del provvedimento, Nadia Rossi (Pd), e il relatore di minoranza Matteo Montevecchi (Lega). Entrambi hanno ricordato come il percorso per il passaggio dei due comuni marchigiani in Emilia-Romagna abbia avuto inizio con il referendum del 2007 (in cui il ‘sì’ aveva superato l’80 per cento). Montevecchi, in particolare, ha sottolineato come, “grazie all’approvazione della legge statale, siano stati superati tutti gli ostacoli per arrivare all’unificazione di due territori divisi sotto il profilo amministrativo ma con forti legami storici, economici e culturali”.