Indietro
martedì 9 agosto 2022
menu
Basket B Femminile

La Ren-Auto sconfitta al Flaminio dal Basket Girls Ancona (59-62)

In foto: La Ren-Auto Happy Basket Rimini 2021-2022
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 7 nov 2021 09:29 ~ ultimo agg. 10:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

REN-AUTO-BASKET GIRLS ANCONA 59-62 (15-22; 14-14; 14-13; 16-13), giocata sabato 6/11

IL TABELLINO
REN-AUTO HAPPY BASKET RIMINI: Novelli 14, Madonna, Duca E. 15, Pignieri 2, Duca N. 12, Renzi 4, Borsetti, Capucci 5, Lazzarini 7, Tiraferri, Mescolini. All. Rossi.

BASKET GIRLS ANCONA: Pierdicca 8, Baldetti, Bimbova, Garcia L. 8, Mataloni 11, Marinelli 6, Mandolesi 2, Pelliccetti 2, Yusuf 12, Maroglio 13, Garcia V.. All. Castorina.

ARBITRI: Forconi e Cieri.

CRONACA E COMMMENTO
Nella storica cornice del Palasport Flaminio – Carim indisponibile per un problema tecnico – la Ren-Auto ospita Ancona in un confronto che vale il primato e che nel recente passato ha sempre regalato emozioni. Coach Rossi parte con un quintetto composto da Novelli, Capucci, Pignieri e le gemelle Duca.

Proprio Eleonora Duca segna il primo canestro dell’incontro ed è l’unica fiammata di una Ren-Auto che per metà quarto abbondante fatica a prendere ritmo, tanto più che con Madonna e Renzi acciaccate la rotazione è davvero corta. Ancona è molto fisica, sfrutta bene i mismatch a favore per giocare profondo e trovare tripla aperte sui ribaltamenti: a 2′ dal primo intervallo le ospiti raggiungono il massimo vantaggio, +11 sul 12-23. Messa alle corde la Ren-Auto reagisce e, prima riduce lo svantaggio e chiude il quarto sul 15-22, poi accelera e pareggia con un canestro di Eleonora Duca, 27-27, poco dopo la metà del secondo quarto. Il finale di frazione è però nuovamente biancorosso e si va così al riposo lungo sul 29-36.

Al ritorno in campo le squadre giocano a ritmi più bassi ed il match si mantiene in equilibrio: quando Ancona prova ad allungare la Ren-Auto puntualmente si ritrova e ricuce il margine. All’ultimo intervallo sono 6 i punti di divario tra le squadre, 43-49. L’ultima frazione è di marca decisamente rosanero: la Ren-Auto trova energie impensabili e rialza il ritmo, stringendo benissimo in difesa contro le lunghe avversarie, e con 4 punti consecutivi di Noemi Duca passa in vantaggio per la prima volta dopo il 2-0 sul 53-52. Ancona torna avanti, ma una tripla di Eleonora Duca ripristina la parità sul 56-56 ed è nuovamente la gemella Noemi, un paio di azioni più tardi, a segnare il canestro del 59-56. La Ren-Auto ha anche il possesso per il +5, ma il tiro di Noemi Duca gira sul ferro ed esce. Dall’altra parte Ancona non segna più su azione, ma è glaciale dalla lunetta e con un 6/6 decisivo si porta avanti di 3, 59-62 con 8″ da giocare. La Ren-Auto prova a costruire un tiro da tre per forzare l’overtime, ma la tripla di Capucci da posizione impossibile va corta. La partita, bellissima, sarebbe finita, ma sul tiro di Capucci il capitano di Ancona Pierdicca sferra una gomitata volontaria ad Eleonora Duca, che rimane a terra dolorante. Al suono della sirena la tensione è alle stelle: mentre si prestano i soccorsi all’ala rosanero, portata successivamente al pronto soccorso per accertamenti, squadre e staff in campo discutono animatamente, benché in maniera assolutamente civile. Alla fine arrivano le scuse da parte di coach Castorina e anche quelle non troppo spontanee di Pierdicca. Un’appendice che rovina un partita davvero bella e che speriamo non abbia conseguenze per Eleonora.

«L’episodio finale è incommentabile – attacca coach Rossi, cose del genere non si dovrebbero mai vedere su un campo di gioco. Per quanto riguarda la gara, sono contento della prestazione perché abbiamo giocato alla pari con una squadra molto forte e alla fine abbiamo pagato il brutto approccio con un’intensità non adeguata nel primo quarto. Le ragazze sono state bravissime a rimetterla in piedi e un paio di tiri sfortunati nel momento decisivo non ci hanno permesso di portarla a casa. E brave due volte perché stasera avevamo parecchi acciacchi e chi è stato in campo ha dato davvero il massimo».

La Ren-Auto tornerà in campo a Senigallia sabato 13 novembre, alle ore 19.00, per il match con il Basket 2000.

Massimiliano Manduchi
Ufficio Stampa Rimini Happy Basket

La partita integrale:
PRIMO TEMPO
SECONDO TEMPO

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
di Roberto Bonfantini