Indietro
menu
I dati Camera di Commercio

In crescita le imprese green riminesi ma ancora sotto la media regionale

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 3 nov 2021 13:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ buona la diffusione delle imprese green nel territorio della province di Forlì-Cesena e Rimini, in crescita annua e con un’incidenza, sul totale delle imprese, sostanzialmente in linea con quella della crescita regionale. Anche se Rimini è ancora indietro rispetto alla media regionale.

Lo rileva il rapporto dell’Osservatorio Regionale GreenER, aggiornato a settembre 2021 ed elaborato dall’Osservatorio Economico della Camera di commercio della Romagna. L’Agroalimentare è il settore prevalente, con più della metà delle imprese “verdi”; a seguire, Ciclo rifiuti, Energie rinnovabili ed efficienza energetica e Mobilità. Positivi, inoltre, anche i risultati in termini di professioni verdi (i cosiddetti green jobs) e imprese che hanno effettuato eco-investimenti.

In provincia di Rimini, a settembre 2021, risiedono, nel complesso, 310 imprese green, che rappresentano il 4,9% delle imprese green regionali; rispetto ad ottobre 2020 si registra una crescita dell’1,6%, inferiore però a quella regionale (+6,3%). In termini di incidenza, le imprese “verdi” costituiscono l’8,9‰ del totale delle imprese attive provinciali, dato più basso di quello dell’Emilia-Romagna (15,7‰).

Con riferimento ai settori prevalenti, la metà esatta delle imprese green si concentra nell’Agroalimentare (155 unità, 50,0% del totale); seguono Mobilità (28, 9,0%), Ciclo rifiuti (24, 7,7%), Energia rinnovabile ed efficienza energetica (22, 7,1%) ed Edilizia (19, 6,1%). Per ciò che riguarda, invece, il peso settoriale sulle corrispondenti imprese green regionali, ci sono nell’ordine: Mobilità (7,6%), Bonifica siti (7,5%), Chimica verde (7,0%), Ciclo idrico integrato (6,5%), Edilizia ed Energia rinnovabile ed efficienza energetica (5,6% per ciascuno).

Proseguendo, al 31/12/2020 gli occupati green sono pari a 17mila unità (il 5,4% dell’Emilia-Romagna); questi rappresentano l’11,8% del totale degli occupati nell’intera economia provinciale, incidenza inferiore sia a quella regionale (15,6%) sia al dato nazionale (13,7%). Nel confronto con le 107 province italiane, Rimini si colloca al 68° posto per incidenza degli occupati green sul totale degli occupati in provincia.

Sono circa 5.400, infine, le imprese che hanno deciso di investire in tecnologie e prodotti green nel periodo 2016-2020 (15,6% dell’Emilia-Romagna, terzo posto dopo Bologna e Ravenna); il 94,1% delle stesse sono piccole imprese (meno di 50 dipendenti) e il 79,1% opera nel macrosettore dei servizi.