Indietro
sabato 13 agosto 2022
menu
Basket C Silver

I Titans sbancano Montemarciano (74-81) e sono soli in testa

In foto: Il selfie dei Titans a Montemarciano
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 7 nov 2021 09:08
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

UPR MONTEMARCIANO-PALL. TITANO 74-81

IL TABELLINO
MONTEMARCIANO: Tagnani 10, Gigli, L. Savelli 14, F. Savelli 13, Sampaolesi, Mosca 10, Schiavoni, Pennacchioni, Maiolatesi, Curzi 9, Centanni 2, Maggiotto 16. All.: Valli.

TITANO: Gamberini 7, Altavilla 12, Macina 24, Dini 18, Raschi 7, Togni, Fornaciari 5, Liberti 2, Saponi 6, Grandi, Ricciotti. All.: Porcarelli.

Parziali: 14-17, 34-36, 57-56, 74-81.

CRONACA E COMMENTO
La Pallacanestro Titano sbanca il PalaMenotti di Montemarciano nel match clou (74-81) e stacca la diretta rivale rimanendo l’unica imbattuta del girone A. Quinta vittoria in altrettanti incontri per la squadra di coach Porcarelli, ma soprattutto una partita fantastica.

LA PARTITA. Curzi-Mosca, Mosca-Curzi: un paio di uno-due della suddetta coppia fanno volare chi gioca in casa sull’8-5. Raschi sorpassa sul 10-11, Dini ci aggiunge scaltrezza e canestri e a fine primo quarto i Titans sono avanti sul 14-17. È la storia della partita, che non cambia mai ma torna sempre su sé stessa con vantaggi mai decisivi. Sono 11 i sorpassi nell’incontro, tanto per raccontare di quale battaglia sia stata. Si resta lì, con l’orizzonte che è solo il possesso successivo. Il secondo quarto, in casa Pallacanestro Titano, è di Altavilla e Macina, ma proprio sul +7 (25-32) si manifesta tutto il talento di Maggiotto. Un giocatore di classe superiore, che prima mette un canestro da due, poi due liberi e infine una tripla quasi dal logo. Sbam, parità a quota 32 e PalaMenotti giustamente in delirio.

All’intervallo è 34-36 ma in avvio di ripresa ad avere più gas è Montemarciano. Luca Savelli infila due triple, Tagnani ne aggiunge un’altra e Mosca piazza il canestro da due. In mezzo, per i sammarinesi, ci sono un canestro di Fornaciari e un libero di Saponi, il che vuol dire 45-39 al minuto 24. È il momento più difficile della partita, quello in cui le strade possono essere solo due: reazione o break decisivo dei padroni di casa. Barrare A), reazione. Come? Con la tripla di Raschi, il canestro con aggiuntivo di Gamberini e la bomba di Macina, presagio del finale infuocato del capitano. 45-48, si ricomincia con il ping-pong di vantaggi e con Tagnani che mette il libero per il sorpasso a fine terzo (57-56). A 7’30” dalla fine sul tabellone c’è scritto 63-63, con Dini che continua a essere letale in attacco permettendo agli ospiti di restare a guardare negli occhi gli avversari sul 67-67.
Poi lo scatto. Senza mai guardarsi indietro, perché non c’è tempo e bisogna solo correre. Tripla di Macina per il 67-70, tripla ancora sua per il 69-75 a -2’55”. Poi palle perse da una parte e dall’altra, Curzi che infila un canestro da tre per riaprire tutto e ultimo minuto che comincia sul 72-75. I Titans attaccano, fanno girare la palla, Montemarciano difende forte e costringe i biancazzurri a un tiro allo scadere dei 24”. Ma quel tiro se lo prende ancora Davide Macina, dall’angolo, e il risultato… Beh, il risultato è palla che entra, retina schiaffeggiata e 72-78 a 41” dal gong. Da qui non si torna più indietro, è il canestro della vittoria, limato da alcuni viaggi in lunetta da una parte e dall’altra.

Alla fine sono 14 per il Capitano nel quarto periodo, 24 in totale. 18 li ha messi Christopher Dini, all’ennesima prova di talento e continuità. In doppia cifra anche Altavilla, che chiude a 12. Ma applausi a tutti, perché uscire vittoriosi da Montemarciano è impresa non da poco.

Altre notizie
Internazionali di tennis San Marino Open

Gli azzurri Cecchinato e Arnaldi volano in semifinale

di Icaro Sport
FOTO