Indietro
menu
"Troppi anni di incertezza"

Concessioni. Croatti (M5S): tavolo di confronto con tutte forze politiche

In foto: Marco Croatti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 19 nov 2021 16:47 ~ ultimo agg. 17:12
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un tavolo di confronto tra tutte le forze politiche per mettere ordine al sistema degli stabilimenti balneari. A proporlo è il senatore riminese del Movimento 5 Stelle Marco Croatti che chiede anche al governo Draghi “che la mappatura, prevista nel ddl Concorrenza, abbia tempi rapidi al fine di consentire chiarezza e garantire trasparenza sulle concessioni, i canoni, i metri quadri; soltanto poche regioni infatti hanno un albo dedicato che metta ordine sul tema“. “Per il MoVimento 5 Stelle – prosegue il senatore – il rinnovo delle concessioni tramite gara è un’opportunità che dovrà necessariamente centrare alcuni importanti obiettivi: tutelare le imprese virtuose che investono e creano lavoro; consentire anche ai giovani di diventare concessionari senza dover ereditare la concessione; salvaguardare i consumatori, affinché possano fruire di servizi migliori e a costi calmierati ed equi; preservare e valorizzare il patrimonio demaniale attraverso innovazione e tutela dell’ambiente.” Secondo Croatti “una riforma che garantisca competitività è necessaria anche alla luce di alcuni dati pubblicati in questi giorni che indicano come le entrate complessive previste dai canoni demaniali del nostro Paese siano solo di 105 milioni di euro e che, ulteriore beffa, ne vengano versati solo 80. In questo 25% non versato ci sono evidentemente attuali concessionari che meritano l’esclusione dalle gare“. Il senatore parla di troppi anni di incertezza da cancellare per arrivare così a “rilanciare gli investimenti e guardare al futuro del turismo balneare. In questo senso risultano ancora più incomprensibili le dichiarazioni di alcuni politici regionali dell’Emilia Romagna che continuano a prendere tempo, raccontando e illudendo i balneari nonostante la sentenza del Consiglio di Stato sia stata chiara e puntuale” conclude.

Meteo Rimini
booked.net