Indietro
menu
Poi trovato accordo

Bagarre in consiglio sulle commissioni. Ecco presidenti e vicepresidenti

In foto: Marco Zamagni presidente della V commissione e Matteo Zoccarato presidente della II
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 12 nov 2021 11:28 ~ ultimo agg. 13 nov 09:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Primi battibecchi in consiglio comunale a Rimini in occasione della definizione delle commissioni. I toni si sono scaldati tra il consigliere di Fratelli d’Italia Gioenzo Renzi che contestava la distribuzione dei consiglieri in V commissione bilancio e il sindaco Jamil Sadegholvaad che lo ha ripreso per aver battuto i pugni sul banco nel corso del suo intervento. La presidente del consiglio Giulia Corazzi è stata costretta poi ad interrompere la seduta e riunire i capigruppo per risolvere la questione tecnica legata alle commissioni. Alla fine si è trovato un accordo che ha soddisfatto tutti ed è ritornato il sereno con l’impegno condiviso a rivedere presto statuto e regolamenti per garantire una attività consigliare più snella e proficua.

La presidenza della prima commissione “Affari Generali ed Istituzionali” è andata a Carlo Rufo Spina di Fratelli d’Italia, vicepresidente Loreno Marchei della Lega.

La presidenza della seconda commissione “Controllo e garanzia” è stata affidata (come nello scorso mandato) a Matteo Zoccarato della Lega, vicepresidente Stefano Brunori della Lista Lisi.

Giovanni Casadei del Pd è stato nominato presidente della III commissione “Territorio, ambiente e mobilità”, vicepresidente Ilaria Messori di Rimini Rinata.

A Michele Lari di Rimini Rinata la presidenza della IV commissione “Cultura, formazione, istruzione, sport e turismo”, vicepresidente Anna Maria Barilari del Pd.

La V commissione “Bilancio, finanze, economia, servizi al cittadino” ha visto invece la presidenza affidata ad Marco Zamagni di Rimini Rinata, vicepresidente Luca Cancellieri del Pd.