Indietro
menu
reparto all'avanguardia

Inaugurata la nuova Chirurgia – Senologia all’Ospedale Franchini di Santarcangelo

In foto: l'inaugurazione della senologia
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
gio 21 ott 2021 19:21 ~ ultimo agg. 22 ott 11:21
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ stato inaugurato oggi, in occasione della giornata internazionale dedicata alla ricostruzione mammaria dopo mastectomia in pazienti con tumore al seno, il nuovo reparto di Chirurgia – Senologia dell’ospedale Franchini di Santarcangelo. Un reparto completamente rinnovato e ammodernato, grazie anche al prezioso contributo delle Associazioni Il Punto Rosa e Crisalide che hanno donato un ecografo di ultima generazione alla sala operatoria e quattordici televisori già collocati nelle stanze di degenza e nella sala di attesa del reparto.

Alla cerimonia sono intervenuti l’Assessore alle politiche sanitarie per la salute Regione Emilia-Romagna Raffaele Donini, la Sindaca di Santarcangelo Alice Parma, il Direttore Generale di Ausl Romagna Tiziano Carradori, il Direttore Sanitario di Ausl Romagna Mattia Altini, il direttore del presidio ospedaliero Francesca Raggi, il referente direzione medica dell’ospedale Franchini Catia Drudi, il direttore del Dipartimento Oncoematologico Fabio Falcini, il Direttore della Chirurgia Senologica Romagna Annalisa Curcio, il direttore del reparto di Chirurgia Senologia di Santarcangelo Domenico Samorani, il direttore del reparto di Anestesia e rianimazione di Rimini Emiliano Gamberini, la Vicepresidente di Europa Donne Italia Loredana Pau, il presidente dell’associazione Il Punto Rosa Patrizia Bagnolini e il presidente dell’associazione Crisalide Pia Vignali.

Il nuovo reparto di Chirurgia Generale- Senologia

La ristrutturazione del reparto, che è dotato di 10 posti letto di degenza ordinaria e 1 posto letto di degenza in Day Hospital, si inserisce nell’ambito della più complessa opera di riqualificazione e riorganizzazione logistica delle attività di ricovero del Presidio Ospedaliero Rimini – Santarcangelo – Novafeltria.

L’intervento, seguito dall’unità operativa aziendale Progettazione e sviluppo edilizio, ha portato ad una complessiva ottimizzazione e razionalizzazione degli spazi, posti al piano secondo dell’ospedale, dove oggi trova collocazione un reparto completamente rinnovato, sia per le finiture interne che per gli impianti in generale e più adeguato alle necessità dei pazienti ricoverati. L’area complessiva dell’intervento ha un’estensione di circa 500 mq. L’accesso al reparto avviene dal vano scala B, riservato esclusivamente al reparto di Chirurgia e alle sale operatorie.

Nel dettaglio, i lavori, eseguiti nel rispetto di tutti i requisiti di autorizzazione e accreditamento, hanno previsto il rifacimento di tutte le finiture architettoniche interne, la realizzazione di servizi igienici delle stanze di degenza idonei a consentire l’accesso ai pazienti disabili o con mobilità ridotta, il completo rinnovo degli impianti elettrici e speciali e degli impianti di condizionamento, aeraulici e distribuzione dei gas medicinali, oltre a tutto quanto necessario per il rispetto dei requisiti prescritti dalla normativa di Sicurezza Antincendio.

L’ importo complessivo delle opere è pari a 658mila euro.

Inoltre il nuovo reparto è stato completamente rinnovato negli arredi per un investimento complessivo pari a circa 45mila euro.

L’intervento, insieme alla ristrutturazione per i locali di degenza del nuovo Ospedale di Comunità (posto sul medesimo piano ma con accesso autonomo dalla scala A), rientra nel più ampio progetto di ammodernamento dell’Ospedale Franchini, che si concluderà una volta terminata la riqualificazione attualmente in corso della ex Casa Colonica e con l’intervento di adeguamento del punto prelievi e ampliamento della Casa della Salute.

Dati e attività del reparto

Il reparto ha una vocazione prevalentemente senologica, mentre per quanto concerne la chirurgia generale effettua interventi per patologie a bassa complessità (melanomi, tumori maligni della cute, ernie, proctologia, cisti pilonidali, flebologia), contando una media annua di circa 500 pazienti.

L’attività chirurgica annovera 1461 interventi di sala operatoria e 260 interventi di chirurgia ambulatoriale effettuati nell’anno 2019.

Il reparto fa parte della Breast Unit di Rimini, che dal 2014 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento EUSOMA, certificazione europea che viene attribuita ai Centri di Senologia che presentano importanti requisiti di qualità, riconfermato nel 2020 per il terzo triennio consecutivo.

L’èquipe multiprofessionale si occupa della presa in carico della paziente affetta da tumore della mammella: dalla fase diagnostica a quella chirurgica, dalla radioterapia alla valutazione oncologica fino alle visite di controllo periodiche per seguire il decorso della malattia e verificare l’andamento delle terapie. In particolare nella loro attività, i chirurghi senologi sono affiancati dai chirurghi plastici che effettuano interventi di ricostruzione mammaria adottando varie metodiche: con protesi, con lipostruttura e con lembo gran dorsale, per offrire alla paziente il maggiore benessere e qualità di risultati. Inoltre, il chirurgo plastico collabora fattivamente con il reparto di dermatologia, chirurgia pediatrica, ginecologia, ortopedia, chirurgia post-bariatrica per interventi di chirurgia plastica e onco-plastica su esiti e patologie neoplastiche. Ogni anno la Breast Unit di Rimini diagnostica circa 450 nuovi casi di neoplasia mammaria e la Chirurgia-Senologia di Santarcangelo opera più di 400 neoplasie maligne.

Il Punto Rosa ha donato un ecografo altamente performante, del valore di 25.620 euro, utilizzato in sala operatoria dall’anestesista per la sedazione loco-regionale combinata con l’anestesia generale. Questa nuova tecnica permette alle donne operate di ridurre il dolore post operatorio e, ancora più importante, nelle pazienti fragili di limitare i problemi dell’anestesia. L’ecografo è in versione “carrellata” ed è corredato da due sonde, di cui una lineare ed una “convex”. Questa versione è particolarmente adeguata all’utilizzo in sala operatoria per la realizzazione dei blocchi nervosi a cura degli anestesisti, grazie al software dedicato, che facilita il riconoscimento dell’ago.

Da sempre vicino ai problemi delle donne affette dal tumore al seno, sostenendole nei loro bisogni e nel loro diritto ad avere la miglior cura, l’Associazione Il Punto Rosa dal 2015 fa parte di Europa Donna Italia. La Presidente dell’associazione Patrizia Bagnolini da quest’anno, insieme ad altre 15 associazioni regionali, fa parte della delegazione Europa Donna Emilia-Romagna, che dà il proprio contributo alle iniziative a favore del benessere della donna presso le sedi istituzionali della Sanità Regionale. Anche in tempo di pandemia “Il Punto Rosa” è stato attivo ed il progetto “Nessuna Esclusa” concretizzato anche con il contributo di “Carta Etica Unicredit”, ne certifica l’operato.

L’Associazione Donne Operate di Carcinoma Mammario ‘Crisalide’, attiva da anni con numerose iniziative benefiche e supporto concreto ai reparti di oncologia per il miglioramento della qualità dell’assistenza e delle cure alle donne operate al seno, ha donato 14 televisori, per un valore complessivo pari a 3.110 euro, già collocati nelle stanze di degenza del nuovo reparto e nella sala di attesa, contribuendo a rendere gli ambienti più accoglienti e confortevoli.

La dichiarazioni

“Gli ambienti del ricovero ospedaliero e le tecnologie in ambito chirurgico – afferma l’Assessore regionale alle Politiche per la Salute Raffaele Donini – sono parte integrante della qualità della nostra sanità, che da sempre punta ad assicurare ai pazienti gli standard più alti possibili. E va esattamente in questa direzione anche il completo rinnovamento e ammodernamento del reparto di Chirurgia – Senologia dell’Ospedale Franchini di Santarcangelo, una sanità che si prende cura dei pazienti a partire dalle strutture e dagli spazi per garantire un’assistenza di qualità. Elementi che oggi, in concomitanza con la giornata internazionale dedicata alla ricostruzione mammaria dopo mastectomia in pazienti con tumore al seno, assumono in tutta evidenza la loro importanza, in grado di dare al contesto ospedaliero la massima qualità. Il contribuito delle Associazioni Il Punto Rosa e Crisalide, a cui va il mio ringraziamento, testimonia la qualità di un rapporto con il territorio che è uno dei punti di forza di una sanità inclusiva”.

“La Chirurgia generale e senologica è un perno centrale per l’ospedale di Santarcangelo – dichiara la Sindaca Alice Parma – e gli investimenti degli ultimi anni ne sono la piena dimostrazione. Le Linee di indirizzo per la riorganizzazione ospedaliera approvate a inizio 2017 hanno indicato la Chirurgia senologia e generale, per interventi di medio-bassa complessità, come componente imprescindibile del presidio ospedaliero santarcangiolese, inserita a pieno titolo nel percorso della Breast Unit di Rimini. Questo importante intervento di riqualificazione, al pari di altri in corso di svolgimento o in fase di avvio, testimonia come l’Azienda sanitaria stia continuando a investire nel Franchini anche per i prossimi anni, sia sotto il profilo del personale sia per quanto riguarda la dotazione tecnologica. Oggi colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta per il lavoro svolto l’equipe della Chirurgia, dai medici agli infermieri, dagli assistenti sanitari agli operatori amministrativi del reparto, insieme a tutto il personale del Franchini. Il mio ringraziamento, infine, va a tutte le associazioni – conclude la sindaca Parma – che insieme all’Azienda e alle istituzioni portano avanti una campagna di sensibilizzazione, prevenzione e accompagnamento alle pazienti assolutamente preziosa”.

“L’inaugurazione di oggi – dichiara il Direttore Generale di Ausl Romagna Tiziano Carradori – riveste una particolare importanza per l’ospedale Franchini e per tutta l’Azienda USL della Romagna. Un tassello fondamentale che ci consente di migliorare la qualità dell’assistenza, nel più ampio progetto di sviluppo e ammodernamento di questo ospedale sul quale stiamo investendo, portando avanti altri interventi strutturali che ci permetteranno di compiere un ulteriore salto di qualità. Un ringraziamento particolare, anche a nome di tutti i professionisti, alle Associazione Il Punto Rosa e Crisalide per il loro nuovo generoso sostegno”.

 

Notizie correlate