Indietro
menu
Nuovi termini per le domande

A San Giovanni in M. nuovi contributi per le famiglie in difficoltà

In foto: il Municipio di San Giovanni M.
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 12 ott 2021 16:08 ~ ultimo agg. 16:10
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’Amministrazione Comunale di San Giovanni in Marignano ha elaborato una nuova versione di Obiettivo Famiglia, lo strumento creato nel periodo di crisi economica derivata dall’emergenza sanitaria. A partire dalla constatazione che per alcune famiglie persiste ancora il pericolo di un’evoluzione negativa verso una situazione di povertà conclamata, la Giunta ha deliberato che a partire da oggi, e per altri 30 giorni, si riaprano i termini per presentare domande di contributi.

I beneficiari degli aiuti devono presentare i seguenti requisiti: essere nuclei familiari in situazione di fragilità economica non determinata dall’emergenza epidemiologica da Covid-19, in possesso di attestazione ISEE (ordinario o corrente) non superiore a 10.000 euro, oppure nuclei familiari in situazione di fragilità economica causata dalla diminuzione dei redditi dovuti all’emergenza epidemiologica da Covid-19, in possesso di attestazione ISEE (ordinario o corrente) non superiore a 35.000 euro. In entrambi i casi, occorre anche che il nucleo non debba possedere  un patrimonio mobiliare (c/c postali, bancari, depositi, fondi, ecc.) superiore ad € 10.000,00 alla data del 30.09.2021.

Per la manovra sono stati stanziati circa 110 mila euro ed è stato potenziato l’impianto di aiuti possibili, integrando le voci di spesa.

Insieme alle spese per affitto (70% quota mensile), mutuo prima casa (70% rata mensile), buoni spesa (1 componente: € 200, 2 comp.: € 250, 3 comp.: € 350, 4 comp.: € 400, 5 comp. o più: € 500), utenze (fino a 300 euro), bonus cultura (fino ad un massimo di 100 euro), spese scolastiche (fino a 200 euro), sono state introdotte quelle relative alla pratica sportiva (fino a 100 euro) ed alla frequentazione del Nido Comunale (fino a 200 euro). Alcune voci sono state, allo stesso tempo,  aumentate nella copertura.

“A partire dai momenti più difficili e drammatici- sottolinea l’Amministrazione Morelli- abbiamo scelto di individuare delle priorità e, tra queste, quella fondamentale è la vicinanza concreta a chi era già in difficoltà e a chi purtroppo ha visto stravolgere la sua vita”.

Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.