Indietro
menu
A Coriano

Finti corrieri rubano abiti da una stireria: i carabinieri li incastrano

In foto: I carabinieri con le divise usate dai finti fattorini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 29 set 2021 09:32 ~ ultimo agg. 16:31
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si spacciano per fattorini di una ditta di spedizioni e portano via abiti da una stireria professionale di Coriano.

I carabinieri della compagnia di Riccione ieri mattina hanno arrestato due pregiudicati originari della provincia di Napoli, di 31 e 34 anni.

Ai carabinieri era arrivata una segnalazione dalla responsabile della stireria. Aveva raccontato che il 23 settembre scorso si erano presentati da lei per il ritiro merce due soggetti, vestiti con le divise di una nota ditta di spedizioni nazionali e internazionali. Caricati gli abiti su un camion, i due avevano fatto perdere le loro tracce e non avevano consegnato la spedizione al destinatario: merce per un valore di 33mila euro.

Lunedì scorso poi, alla stireria è arrivata una telefonata, in cui i fattorini di un noto corriere preannunciavano un nuovo ritiro merci nella mattinata successiva. Ieri, puntualmente, due fattorini si sono presentati alla stireria: a bordo di un furgone bianco e con tanto di bolla di trasporto. Questa volta, però, non hanno fatto in tempo a mettere in moto, che si sono visti comparire davanti i carabinieri, che erano stati allertati dalla titolare dopo quella telefonata.

Perquisito il veicolo, nel retro del camion i militari hanno trovato numerose divise dei più noti vettori e spedizionieri nazionali e internazionali. Il furgone bianco usato è risultato essere a noleggio, con adesivi camuffati per coprire le scritte del car rent.

I due truffatori sono stati quindi accompagnati in caserma e dichiarati in stato di arresto con l’accusa di tentata truffa e ricettazione. La loro posizione sarà valutata questa mattina dal Tribunale di Rimini dopo una notte trascorsa nelle camere di sicurezza della Compagnia.

Notizie correlate