Indietro
sabato 23 ottobre 2021
menu
Circolo Velico Riminese

Al largo insieme per la Rigasa sono 12 equipaggi

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 10 set 2021 22:21 ~ ultimo agg. 23:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Venerdì 10 settembre alle ore 17.00 gli equipaggi iscritti alla Rigasa, regata di punta del Circolo Velico Riminese, hanno fatto rotta verso il largo per coprire le 170 miglia del percorso, no stop, tra i way point della Gagliola prima e del Sansego poi, con rientro a Rimini per il taglio del traguardo.

Una giornata calda ed un vento di scirocco di circa 10-12 nodi ha dato il via alle 12 imbarcazioni iscritte all’ottava edizione della Rigasa, che ha come motto “Al largo insieme”, per sottolineare la voglia di tornare a vivere il mare e la vela.

Lo scirocco della partenza, secondo le previsioni, accompagnerà le barche fino dopo il tramonto per poi diminuire alle prime luci di sabato 11, quando gli equipaggi potrebbero già trovarsi in prossimità della Gagliola. Un naturale calo di vento tra le isole croate impegnerà sicuramente i team che dovranno trovare il “modo” per raggiungere il Sansego e prendere la rotta verso il traguardo di Rimini.

Le barche iscritte sono suddivise in due categorie: in equipaggio e in doppio.

Per la categoria Xdue troviamo Massimo Juris e Pietro Scarpa su Gecko (X37), Mr Hyde (Hyde 27) di Marco Rusticali e Riccardo Rossi, Pokekiakkiere (Elan 340) con Alberto e Stefano De Rossi, Antares (Beneteau First Challenge) con Andrea Penzo e Marzio Manetti. Direttamente dalla Puglia un gradito ritorno alle regate riminesi per Moonshine (Cori 52) capitanata dai fratelli Massimo e Fabio Di Terlizzi, imbarcazione attiva dai tempi della Rimini Corfù Rimini.

Nella categoria “In equipaggio” troviamo Lo.Re (Solaris 36 OD) di Matteo Forni (consigliere del Circolo Velico Riminese) e detentore del record (23 ore e 16 minuti) della Rigasa nell’edizione 2020. Presente anche per questa edizione l’equipaggio friulano di Renoir (GS 40), skipper Mario Pellegrini. Da Fano Nina (Elan 310) di Nicola Ferri, da Pesaro Blu III (Elan S5) di Andrea Mancini e da Ravenna Angi (Prototipo) di Michele Merolla. Altro ritorno alle regate d’altura adriatiche per il Rimar 36 Velenosa dello skipper Marco Valentini, che per questa edizione si presenta con parte dell’equipaggio storico e parte della nuova generazione dei “velenosi”, tra cui figlio e nipote di Valentini, segno che le regate possono essere un affare di famiglia. Formazione famigliare anche per il team di Farwest (Farr 30) dei fratelli Matteo e Martina Pagliarani.

La regata può essere seguita grazie ai tracker posizionati sulle barche all’indirizzo http://www.sgstracking.com/live/rigasa2021.php

AL LARGO INSIEME è anche un progetto sociale
Per l’edizione 2021 della Rigasa saranno gli equipaggi a promuovere un progetto sociale, o una associazione, che riceverà la donazione di una parte delle quote di iscrizioni. Ogni anno, infatti, il Circolo Velico Riminese devolve una percentuale delle quote incassate per la partecipazione alla regata ad una realtà legata al sociale.
“Al largo insieme” è il motto di questa edizione e non vuole solo fermarsi alla navigazione.
L’associazione scelta dalla barca che taglierà per prima il traguardo riceverà parte delle quote di iscrizione.

IL RIGASISTA, un contest per raccontare i velisti della RIGASA

L’edizione 2021 della Rigasa diventa più social per raccontare il mondo delle regate e coinvolgere gli appassionati. Nasce quindi il contest che decreterà il RIGASISTA 2021, un premio all’equipaggio capace di impersonificare al meglio la figura del velista che partecipa alla RIGASA. Durante la regata verrà chiesto agli equipaggi di fare video, foto e altri contenuti che possano raccontare la loro “RIGASA”.

I contenuti condivisi sui canali social del Circolo Velico Riminese che riceveranno più consenso decreteranno il vincitore 2021 che sarà omaggiato da una creazione esclusiva di Stileclettico, azienda di Cattolica che produce abbigliamento e accessori con vele di recupero.

“Per il Rigasista abbiamo pensato ad uno zaino personalizzato – dichiara Mirko Macciantelli, designer e titolare di Stileclettico – perché un RIGASISTA è un velista che porta sempre con sé le emozioni che ha provato durante RIGASA.”

Notizie correlate
di Icaro Sport