Indietro
menu
Una quadratura complessa

Viabilità in centro storico. L'amministrazione: in corso approfondimenti

In foto: il Rione Clodio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 19 ago 2021 16:11 ~ ultimo agg. 16:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
L’Amministrazione Comunale di Rimini presenta il proprio resoconto sull’incontro di martedì con i residenti di via Ducale. Con valutazioni che evidentemente non sono state del tutto convincenti per i residenti (vedi notizia).
All’incontro erano presenti il Sindaco Andrea Gnassi, la Vicesindaca Roberta Frisoni, il Direttore Generale Luca Uguccioni e due dirigenti.
Confermata “la ferma volontà di includere via Ducale nella zona a traffico limitato del centro storico. Una decisione prevista anche dagli atti di pianificazione adottati dall’amministrazione relativi al Piano Urbano della Mobilità Sostenibile e dai progetti già approvati e in esecuzione, volti ad allontanare il traffico di attraversamento dal centro storico attraverso la riorganizzazione complessiva della mobilità cittadina con la fluidificazione della SS16 o la creazione di assi mediani come il Fila Dritto”.
In questo quadro complessivo si collocano “la pedonalizzazione del Ponte di Tiberio portata avanti da questa amministrazione e l’ampliamento e miglioramento della Zona a Traffico Limitato nel centro storico, con l’inclusione anche di via Ducale”.
Nelle prossime settimane sarà approvato dalla Giunta anche il progetto relativo alla rotonda in fondo a via d’Azeglio, intervento propedeutico per l’attivazione del varco Ztl, in cui sono previste anche installazioni di telecamere. “Un’opera per la quale – spiega l’Amministrazione Comunale – si è dovuto attendere la disponibilità dell’area e che punta alla tutela dell’accesso ciclo-pedonale al ponte di Tiberio dal corso d’Augusto, garantendo al tempo stesso una adeguata accessibilità ai residenti del centro storico. L’intervento contempla anche la pavimentazione in selce agli accessi del ponte – sia lato San Giuliano che lato centro storico – ed è prevista anche un’altra rotatoria nel Borgo di San Giuliano in fondo a viale Tiberio, per consentire alle auto di ritornare indietro sullo stesso viale”.
Sono in corso di valutazione in questi giorni approfondimenti “su come utilizzare al meglio il viale della Circonvallazione, al fine di ridurre il più possibile gli impatti veicolari sulle vie circostanti, in particolare per il quartiere Fiorani, e garantire un’adeguata accessibilità ai parcheggi esistenti e l’accesso a servizi importanti come quelli erogati nella struttura dell’AUSL. Il progetto nel suo complesso prevede anche la realizzazione di un percorso ciclabile di raccordo dal Castello, fino al Ponte di Tiberio”.
Gli interventi saranno attuati dopo una campagna informativa, che a settembre inizierà con l’installazione di una specifica segnaletica per indirizzare i flussi di accesso da via Marecchiese e via Valturio per il mare, su via circonvallazione occidentale verso il borgo Mazzini e da lì, tramite i Bastioni orientali, immettersi sull’asse di via Roma per raggiungere poi la Marina o altre funzioni come l’area stazione.
In prospettiva l’amministrazione sta approfondendo anche “come fluidificare e mettere in sicurezza ulteriormente questo asse tramite la realizzazione di nuovi interventi quali ad esempio sottopassi ciclopedonali nel Borgo Mazzini e su via Roma all’altezza del Cinema Settebello e la realizzazione di una nuova rotatoria in corrispondenza di Bigno”. In attesa di certezze per via Ducale.
Notizie correlate
di Redazione