Indietro
menu
Polemiche elettorali

Sacchetti (Pd) ironizza sul M5S: "che confusione, sarà perché conviene"

In foto: Filippo Sacchetti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 26 ago 2021 11:42
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il segretario del Partito Democratico riminese Filippo Sacchetti ironizza sulla visita del leader del MoVimento 5 Stelle Giuseppe Conte e sulle parole pronunciate nel suo intervento riminese a sostegno di Gloria Lisi (vedi notizia). “Giuseppe Conte – scrive – si è fatto spiegare male dal senatore Croatti come stanno le cose a Rimini. Prima dicevano tutto male, adesso va tutto bene. Prima no al bando periferie coi fondi a Rimini, poi evviva le periferie di Rimini, sul parco eolico No, Si, Ni. Sostenevano che con il centro destra si può ragionare, anzi no, adesso sono nel centro sinistra. Settimana scorsa lo slogan era “né di destra, né di sinistra”, chissà la prossima. Sembra tutto un grande valzer quello del 5stelle riminese, assente dalla città, dalle proposte e dai progetti di questi anni“. Secondo Sacchetti il Movimento è stato “sempre contro l’amministrazione fino a quando per opportunità non candida la ex vice sindaca. Forse questa confusione….sarà perché conviene? Tenere stretto qualche posto in cambio di un po’ di coerenza. Dare un colpo al cerchio e uno alla botte per non doversi sbilanciare e raccogliere un po’ di qua e un po’ di là. E ancora non abbiamo capito, oltre al campo politico confuso se il lavoro di Gnassi e della sua giunta è stato giusto? I processi innescati sul tema ambientale, culturale, del mare e degli spazi urbani anticipano (secondo il senatore) il futuro? C’è un piano di rilancio nazionale che parla di questi temi, impiantato su questi valori e obiettivi. Un piano che proprio il governo Conte ha iniziato a scrivere. Le cose giuste non hanno colore politico, vanno solo sostenute. Oltre la convenienza!“. conclude.

Notizie correlate
di Redazione