Indietro
menu
Un divieto per i due fermati

Ritirata la licenza al locale del tentato omicidio a Bellariva

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 16 ago 2021 15:54 ~ ultimo agg. 19:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A pochi giorni di distanza dal tentato omicidio di Bellariva (vedi notizia), per il quale un 38enne tunisino è in gravi condizioni all’ospedale Bufalini di Cesena, il Questore di Rimini nella giornata di Ferragosto ha adottato un provvedimento di sospensione della licenza, ai sensi dell’articolo 100 del TULPS, nei confronti del pubblico di via Fano esercizio teatro dell’evento.
Il provvedimento si è reso necessario perché, in relazione ad obiettivi elementi di fatto in possesso degli investigatori, il locale è stato considerato una fonte di pericolo concreto, persistente, grave ed attuale per la collettività.
Anche nei confronti dei due presunti autori dell’accoltellamento, due tunisini di 19 e 20 anni, sottoposti a fermo nei giorni scorsi dalla Squadra Mobile, sono scattati altrettanti provvedimenti amministrativi che impediranno loro, come previsto dalla normativa introdotta nel 2017, di poter accedere in tutti i bar, pub e locali di intrattenimento a qualsiasi titolo, della Provincia di Rimini per i prossimi due anni.
In caso di inottemperanza i due soggetti rischiano la reclusione da sei mesi a due anni e la multa da 8.000 a 20.000 euro.