Indietro
menu
Guasti senza cause note

Pecci su PSBO piazzale Kennedy: 'cattivo servizio che danneggia l'immagine della città'

In foto: Marzio Pecci
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 14 ago 2021 14:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Marzio Pecci, capogruppo della lega in Consiglio Comunale a Rimini, interviene a commento della notizia di problemi tecnici all’impianto del PSBO di Piazzale Kennedy, in particolare una delle tre condotte al momento fuori servizio (vedi notizia), lamentando la mancanza di chiarezza da parte di Hera sulle criticità emerse.

“A metà marzo chiedevo spiegazioni sul cattivo funzionamento del PSBO di piazzale Kennedy – ricorda Pecci –  La replica di Hera fu immediata nel precisare che l’opera, centro nevralgico del Piano di Salvaguardia della Balneazione (PSBO), era “di fatto completata, anche se tecnicamente si trova ancora in fase di collaudo. Sia l’infrastruttura idraulica sotterranea, sia le condotte sottomarine sono al momento pienamente funzionanti: infatti è stato possibile utilizzarle come vasche di accumulo per permettere l’esecuzione di altri interventi, sia connessi al progetto del PSBO, sia di manutenzione straordinaria ai sollevamenti della rete fognaria di Rimini. I cattivi odori rilevati sono da “attribuirsi a questa particolare condizione transitoria di operatività degli impianti, puntualmente comunicata agli Enti di controllo, che peraltro ha evitato, grazie all’accumulo nelle vasche di Piazzale Kennedy, lo scarico a mare di tutti i reflui …”.
Ora, però, sottolinea Pecci, “Dopo quasi cinque mesi, abbiamo la prova provata che i guasti non sono stati riparati ed anzi neanche ne conoscono le cause se è vero come è vero che la società ha deciso di incaricare un professionista esperto nel campo per lo studio del fenomeno e l’identificazione delle cause di quanto rilevato nell’impianto e le possibili soluzioni”.
Conclude Pecci: “i cittadini pagano centinaia di migliaia di euro per un cattivo servizio che danneggia l’immagine della città. Chi li risarcira’? Hera sarà disponibile a ridurre il costo del servizio?”.

Notizie correlate