Indietro
menu
Le priorità per il quartiere

Foronchi, candidata a Cattolica: 'Ventena, un quartiere da preservare e rigenerare'

In foto: il Ventena
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 8 ago 2021 08:13 ~ ultimo agg. 08:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Cattolica deve essere una città vivibile e accogliente in tutti  i suoi quartieri. Lo afferma Franca Foronchi, candidata sindaco per la coalizione di centrosinistra riferendosi al quartiere Ventena.
“Ritengo che sia arrivato il momento di rendere il quartiere Ventena più attraente, attraverso la realizzazione di eventi, iniziative e opere pubbliche che possano attirare cittadini — ma anche turisti — a monte della ferrovia. È necessario prestare maggiore attenzione al decoro urbano, inteso come sicurezza dei marciapiedi per i pedoni e delle strade per i ciclisti — ad esempio, in via Salvador Allende — nonché come manutenzione e gestione più oculata del verde, così come non è possibile rinunciare al nostro parco arboreo, per il quale è necessario però intervenire in maniera strutturale affinché gli alberi possano convivere nel contesto urbano per un benessere collettivo e diffuso. Improrogabile è la riqualificazione della zona delle Regioni, sia per quanto riguarda l’accessibilità dei marciapiedi e delle strade sia per quanto riguarda il sistema fognario, al fine di evitare disagi in concomitanza con le alluvioni”.

“In sinergia con il vicino quartiere Macanno – prosegue la Foronchi –  sarà inoltre fondamentale, da un lato, avviare una seriediiniziativepermigliorarel’accessibilitàelaricettivitàdell’ospedaleCervesi di Cattolica e, dall’altro, incentivare la socializzazione e la crescita dei nostri ragazzi e delle nostre ragazze, promuovendo le attività sportive e il movimento, utilizzando gli spazi del quartiere e fornendo strutture adeguate e moderne — come nel caso dello skatepark, ormai obsoleto, e di basket e pallavolo, per i quali non esistono spazi pubblici. Per la coalizione di centrosinistra, l’accessibilità dei luoghi è fondamentale: vogliamo evitare ulteriori privatizzazioni di parchi e aree di svago”.
Altra priorità, “monitorare il fiume Ventena, che delinea il quartiere sfociando poi nell’area Mare Nord. Così come per gli altri fiumi di Cattolica, è importante cominciare a pianificare interventi che risolvano nel lungo periodo alcuni disagi, come l’eccessivo deposito dei sedimenti e i cattivi odori, e che, al contempo, mettano in sicurezza la città da possibili esondazioni. Tali interventi — da svolgersi in sinergia con i Comuni limitrofi — potrebbero inoltre essere realizzati nell’ottica di riqualificare l’area fluviale anche per fini turistici, soprattutto nella parte a mare della ferrovia, partendo da una contestualizzazione artistica, attraverso un progetto di ricerca storica e di promozione culturale sulle opere degli artisti che vi hanno transitato, e una rigenerazione urbana, partendo dalla creazione di accessi sicuri e valutando la possibilità di percorsi ciclopedonali in tutta l’area”.

Notizie correlate