Indietro
menu
Perplessità su candidature

Manfroni lascia il Consiglio Comunale di Rimini: deluso da Lega a livello nazionale

In foto: Davide Manfroni
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 9 lug 2021 17:43 ~ ultimo agg. 21:12
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con qualche mese di anticipo rispetto alla scadenza dell’incarico, il consigliere comunale della Lega Davide Manfroni con un post su Facebook annuncia la decisione di chiudere in anticipo la sua avventura. Non c’è più condivisione col percorso a livello nazionale della Lega, spiega Manfroni che per coerenza non intende cambiare casacca. A livello locale, invece, Manfroni riconosce il buon lavoro fatto dalla Lega riminese. Con diverse perplessità, però, su come si sta gestendo la partita delle candidature per le prossime amministrative.


Il post di Davide Manfroni:

Ho deciso di chiudere definitivamente la mia avventura politica comunale a Rimini.
Seppur come “civico” prestato alla politica, quindi sicuramente non un esperto di dinamiche di partito, non ho visto quel cambiamento di passo e di maturità che secondo me era necessario la Lega facesse a livello nazionale. I partiti che si identificano in modo così forte con “un uomo solo al comando” sono, secondo mia personale opinione destinati a soccombere e i temi interessanti da trattare in modo costruttivo necessitano di essere affrontati anche a discapito del consenso politico per il bene del paese.
Diverso è il discorso per quanto riguarda la Lega riminese, grande passione, impegno, volontà di rendere questa città migliore e tanta democrazia al suo interno. Lascio il gruppo della Lega e il Consiglio Comunale, per scontata coerenza, sono stato eletto con le preferenze di chi ha votato me nel contesto Lega e non ritengo corretto cambiare casacca in corsa per conservare la poltrona.
Ritengo l’opposizione in Consiglio Comunale abbia fatto e stia facendo un buon lavoro, peccato per le tante proposte non raccolte dalla attuale amministrazione e peccato non sia riuscito a risolvere i tanti problemi che affliggono Rimini sud , in primis prostituzione e degrado ben tollerati dalla attuale amministrazione.
Difficile invece valutare il percorso elettorale per le prossime amministrative, troppi protagonisti distanti dal territorio hanno portano a scarsi risultati e a scelte difficilmente condivisibili che lacerano i rapporti e i ponti che si sarebbero dovuti costruire, rendendo la partita elettorale una corsa in salita. Non sono stati ascoltati come meritavano i rappresentanti del partito in consiglio comunale e non è stato preso in considerazione chi la Lega l’ha creata e radicata sul territorio.
Buon viaggio e grazie per questa interessante esperienza.

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.