Indietro
menu
All'opera un team di veterinari

Capriolo in aeroporto. Il sopralluogo del presidente Santi

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 2 lug 2021 16:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si avvicina il giorno del salvataggio del capriolo che da mesi si era rifugiato nei terreni dell’aeroporto di Rimini. Pericoloso per l’attività aeroportuale, l’animale non sarà abbattuto ma sedato e trasportato nel suo habitat. Una decisione presa grazie all’intervento del presidente della provincia Riziero Santi che oggi ha effettuato un sopralluogo nello scalo riminese, sia nella parte militare che in quella civile, proprio per organizzare le operazioni di cattura del capriolo e la sua delocalizzazione in luogo sicuro. “Ho incontrato – scrive Santi – il comandante del 7° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Vega”, il Colonnello Marco Cardillo, e il Consigliere Delegato di Airiminum che gestisce l’aeroporto civile internazionale “Federico Fellini”, Leonardo Corbucci. Ad entrambi ho spiegato le ragioni della mia iniziativa e da entrambi ho riscontrato la massima comprensione e disponibilità di collaborazione nella gestione dell’intervento di salvataggio dell’animale e di messa in sicurezza del traffico aereo. Accompagnato dal Colonnello Cardillo ho avuto l’opportunità di un’ampia perlustrazione di tutta l’area affiancato dal Comandante della Polizia Provinciale Maurizio Guidi e dal personale dello staff. Per la cattura in sicurezza  ho incaricato un team di esperti veterinari che nei prossimi giorni saranno a Rimini per organizzare l’intervento. Negli incontri con il Colonnello Cardillo e il dott. Corbucci abbiamo anche concordato interventi di potenziamento strutturale e di messa in sicurezza dei possibili punti di accesso degli animali selvatici.

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.