Indietro
giovedì 5 agosto 2021
menu
Icaro Sport

A Cattolica ritornano l'Oceanman e la Shark Sport Week

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 6 minuti
mer 7 lug 2021 13:15
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 6 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A Cattolica torna protagonista lo sport: risonanza da quattro continenti per la tappa italiana di Oceanman, la più importante gara al mondo di nuoto in lunga distanza in mare. E poi la Shark Sport Week, una settimana all’insegna del movimento e del benessere (“dalla Valconca al San Bartolo” come recita lo slogan), che sabato 2 ottobre terrà a battesimo una gara di Triathlon unica nel proprio genere: Sharkman Triathlon. Gli atleti partiranno all’alba dalla spiaggia davanti all’Acquario di Cattolica e, dopo aver nuotato nelle limpide acque al cospetto del monte San Bartolo, pedaleranno sui panoramici percorsi della Valconca completamente chiusi e lontani dal traffico, sentieri immersi nella natura romagnola dove si respira la storia e si vedono panorami mozzafiato.

È stata presentata la tappa italiana di Oceanman, il Circuito internazionale di nuoto lunga distanza che vedrà il 25 e 26 settembre atleti da ogni parte del mondo nuotare nelle acque davanti a Cattolica e sotto al San Bartolo.

Un evento che declina gli stessi regolamenti e lo stesso format in 22 tappe nel mondo (Cipro, Thailandia, Messico, Croazia, …): si inizia il sabato con la competizione dedicata ai bambini, gara kids da 500 metri di nuoto in mare, e quella dedicata alle squadre, 800 metri per tre atleti a team. Si procede poi con la domenica, il main event, suddiviso in tre categorie: Sprint, 1500 metri, Half, 5000 metri e oceanman, 10000 metri fra le onde di Cattolica. Partenza ed arrivo dall’Acquario di Cattolica, scelto come quartier generale dell’evento grazie al supporto di Costa Parchi, rappresentati in conferenza stampa da Andrea Drudi, responsabile marketing.

Entusiasmo per questo importante riconoscimento per una città che abbina sempre più spesso sport e turismo e che punta ad essere fiore all’occhiello del turismo attivo “Cattolica – spiega il Sindaco Mariano Gennari si sta proiettando sempre più verso una dimensione sportiva di cui gioverà la destagionalizzazione turistica ed al tempo stesso saprà offrire tante infrastrutture rigenerate pensate per il benessere dei cittadini. Dal Giro di Romagna al Giro d’Italia, passando per la Granfondo Squali Trek, sino agli appuntamenti sportivi di Oceanman e Sharkman, le emozioni di questa stagione sono davvero uniche“.

A portare la cittadina romagnola all’attenzione degli organizzatori di Oceanman è stata una locale associazione di sportivi, triathleti e nuotatori, la Sharkman Triathlon Asd. “Avevo pianificato di partecipare a Ultra Oceanman in Grecia, quando causa Covid tutto fu cancellato e la mia registrazione posticipata al 2022”, racconta Mark Meldau, il presidente, appena rientrato da un viaggio promozionale in Grecia.

“Ero così dispiaciuto che ho chiesto al direttore di gara di Oceanman come poter essere più coinvolto nella manifestazione e magari ospitarne una tappa in Emilia Romagna a Cattolica. Allo stesso tempo ho parlato dell’idea con Daniele Tosi e Filippo Magnani perché sapevo che erano interessati a creare un evento di Triathlon sul territorio. Ci incontrammo a Cattolica nell’ottobre dello scorso anno e da lì nacque questa avventura”. Annuisce Felice Prioli, Presidente del Circolo Nautico di Cattolica, alla presenza del Com. Spanò, che non solo contribuirà alla sicurezza in acqua ma che ricorda come “le nuove generazioni regalino entusiasmo a chi, come noi, ha qualche anno in più”.

Una scommessa anche per la società spagnola che, leader dal 2015 fra le competizioni in acque libere, guarda con curiosità alla Romagna “Cattolica è una piacevole sorpresa, un territorio ospitale che sa offrire una serie di esperienze al pubblico, non solo la competizione per gli atleti ma anche un contesto di cultura, natura, enogastronomia e benessere per le famiglie e gli accompagnator. Noi cerchiamo questo per il nostro circuito mondiale”. Cattolica al pari delle più famose destinazioni al mondo per Fermin Egido, CEO di Oceanman.

Un obiettivo ambizioso che stimola il team cattolichino a cercare sempre nuovi stimoli: annunciata anche l’iniziativa che omaggerà i partecipanti dell’Oceanman con una Osella, massima onorificenza veneziana, realizzata artigianalmente da mastri vetrai di Murano con l’intento di celebrare la sinergia fra i popoli dell’Adriatico.

Un evento internazionale che inviterà a Cattolica atleti da ogni parte del mondo “L’Emilia Romagna è una Regione che da sempre punta sul binomio turismo e sport, che sostiene le iniziative e gli organizzatori e che è entusiasta di vedere manifestazioni di grande rilievo come quelle qui presentate. Siamo insieme alle più importanti destinazioni al mondo e questo è per noi motivo di vanto ed orgoglio” commenta Giammaria Manghi – Sottosegretario alla Presidenza della Giunta della Regione Emilia-Romagna ed aggiunge: “siamo nel mondo sinonimo di accoglienza ed ospitalità”.

Gli fa eco Filippo Magnani: “Il supporto della Regione Emilia Romagna è stato indispensabile così come lo è stato quello delle tante realtà pubbliche e private che stanno supportando la Sharkman Triathlon e la Shark Sport Week. Abbiamo fortemente voluto un evento legato al territorio, che non fosse divertente come gara ma che potesse essere una vera esperienza romagnola”.

Già perché al team cattolichino non sembrava sufficiente organizzare una delle più importanti gare di nuoto lunga distanza al mondo e così è nata la Shark Sport Week, kermesse sportiva che dal 27 settembre al 2 ottobre offrirà ad atleti ed appassionati una intera settimana di sport.

Sette giorni di sport, natura e divertimento che avranno come momento clou una gara di Triathlon unica nel proprio genere: gli atleti partiranno all’alba dalla spiaggia davanti all’Acquario di Cattolica e, dopo aver nuotato nelle limpide acque al cospetto del monte San Bartolo, pedaleranno sui panoramici percorsi della Valconca completamente chiusi e lontani dal traffico, sentieri immersi nella natura dove si respira la storia si vedono panorami mozzafiato.

Sharkman Triathlon, questo il nome della gara organizzata per il 2 ottobre dalla cattolichina Sharkman Triathlon ASD grazie al supporto di Banca Popolare Valconca, immancabile sul territorio. Una competizione agonistica in cui il ruolo del contesto e del paesaggio è indubbio, lo spiega Teodolinda Camera, triathleta e vice presidente della Sharkman: “sarà una gara particolarmente a contatto con la natura e con il territorio. Sarà una sfida contro sé stessi ma anche un grande viaggio. La novità è che potranno gareggiare con tre tipologie di bici, proprio perché vogliamo che tutti abbiano la possibilità di vivere questo viaggio: MTB, e-MTB e gravel. Due i percorsi: Tiger Shark, la distanza più corta e accessibile a tutti e la Bull Shark più sfidante in termini di difficoltà e dislivelli.”

Sharkman Triathlon apre infatti le iscrizioni su due distanze: Tiger Shark 1km Nuoto, 30km Ciclismo, 10km Corsa e Bull Shark 2km Nuoto, 60km Ciclismo, 20km Corsa.

Anche qui forte il legame con il territorio come spiega Nicholas Montemaggi, triathleta ed esperto di marketing della destinazione: “la gara è impegnativa, ma il contesto appaga gli occhi e la mente”.

Ed era proprio legarsi ad una esperienza unica quello che volevano gli organizzatori. “Dopo questo periodo difficile siamo convinti che il nuoto, la bicicletta e la corsa in un contesto che solo questo angolo di Romagna sa dare, lasceranno un piacevole ricordo e una forte emozione alle persone che vorranno vivere con noi la Shark Sport Week” così Daniele Tosi, direttore tecnico generale.

Sharkman Triathlon si sta imponendo nel panorama delle gare di multidisciplina essendo una gara completamente nuova che motiva ed entusiasma. È un’alternativa al triathlon classico che vede la novità di poter di effettuare il percorso bici in MTB, e-MTB e gravel. “Un triathlon atipico che parla di territorio, di imprese eroiche, parla una lingua nuova che può svilupparsi negli anni. Con questo progetto innovativo abbiamo unito e coinvolto tutte le società sportive locali di Cattolica. Parlo del Circolo Nautico, della Valle del Conca MTB, il Velo Club Cattolica e l’Atletica 75 Cattolica.” Ricorda i partner Filippo Magnani mentre i compagni di avventura, atleti e sportivi di caratura internazionale, ribadiscono non solo le caratteristiche tecniche del percorso ma la bellezza di un paesaggio unico.

Title Sponsor della Shark Sport Week la Banca Popolare Valconca. “Sul territorio e per il territorio, giornalmente a sostegno dell’economia locale e delle sfide. In gara, nella vita e nel lavoro” così Dario Mancini, direttore generale.

Tour enogastronomici, visite ai parchi tematici e all’Acquario di Cattolica: Sharkman deve essere l’occasione per vivere una vacanza unica e ricca di emozioni in cui gli atleti possano stare insieme alle loro famiglie, scoprendo la riviera romagnola da angoli e unti di vista esclusivi.

Non a caso lo slogan è #dallavalconcaalSanBartolo

San Bartolo rappresentato dal Presidente Stefano Mariani del Parco: “siamo pronti ad ospitare non solo chi correrà sulla nostre pendici ma anche chi si cimenterà per una passeggiata alla scoperta di percorsi a contatto con la natura, dove ambiente e paesaggio dominano il mare”.

“Stiamo investendo tante energie nel settore sportivo – aggiunge l’Assessore Nicoletta Olivieri perché crediamo che sia strumento fondamentale per il rilancio economico e sociale. Questi appuntamenti che presentiamo oggi hanno quel carattere internazionale capace di generare una importantissima occasione di visibilità che porterà il nome di Cattolica nel mondo”. Fa eco Claudia Rufer, dirigente del Comune di Cattolica: “lo sport è un volano per promuovere i territori e le destinazioni. Manifestazioni come queste lo fanno a livello internazionale”.

La conferenza stampa è per Sharkman Triathlon momento per ricordare anche una partnership fra mondo dello sport e no profit: per ogni partecipante iscritto verrà infatti devoluto 1 euro all’associazione “Il sorriso di Car-lotta”, no profit nata con lo scopo di sviluppare progetti di prevenzione sanitaria nei territori di Livigno e dell’Alta Valtellina, creata a seguito della prematura scomparsa di Carlotta Bolis, moglie di Giulio Molinari, triathleta pluricampione italiano ed europeo, ambassador dell’evento.

Una gara di livello internazionale non poteva che vantare infatti grandi nomi a supporto del team cattolichino di organizzatori: fra gli Ambassador citiamo Justine Mattera, showgirl, attrice, conduttrice televisiva cantante e triatleta italoamericana, Kristian Ghedina, allenatore di sci alpino, ex sciatore alpino e pilota automobilistico italiano, Yana Savechko, atleta e personal trainer, che grazie a yoga e pilates allenerà il corpo, aprendo la mente ed anche il romagnolo Yuri Scarpellini, art director della Shark Sport Week, designer e sportivo.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO