Indietro
menu
Tutte le novità

Rimini nord, la nuova viabilità: ztl, permessi e parcheggi

In foto: il nuovo lungomare di Viserba
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
mar 8 giu 2021 18:18 ~ ultimo agg. 9 giu 13:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La nuova viabilità di Rimini nord è stata al centro ieri di un doppio incontro (a tratti animato) tra gli assessori Roberta Frisoni, Jamil Sadegholvaad e Mattia Morolli e i residenti e commercianti della zona. Le modifiche sono legate alla realizzazione del Parco del Mare.

La Zona a Traffico Limitata prevista è suddivisa in quattro zone distinte: Torre Pedrera, Viserbella, Viserba e Rivabella. Per ciascuna di esse la limitazione dell’accesso è riservata solo a residenti e domiciliati, ai non residenti che hanno posti auto e a tutte le categorie di commercianti e artigiani che nella ZTL hanno una loro zona di pertinenza.
La ZTL è prevista per i mesi estivi, con una copertura dal giovedì antecedente la Pasqua fino al 30 settembre di ogni anno. Le maggiori restrizioni agli accessi sono previste nella fascia serale 20-24 in cui il nuovo lungomare avrà una vocazione prevalentemente pedonale.

Per quanto riguarda le modalità di accesso alla ZTL del parco del mare, la tipologia di permessistica è analoga a quella del centro storico. In particolare, potranno accedere i residenti, domiciliati, portatori di handicap e i possessori di posti auto senza limitazioni di orario come pure tutto il personale di servizio per enti, istituzioni o servizio pubblico mentre gli operatori commerciali e gli addetti alla consegna merci potranno accedere solo in determinate fasce orarie.
Saranno previste modalità di accesso per i clienti delle strutture ricettive nonché per chi ha una seconda casa.
Sono infine previste procedure particolari di accesso nel caso di accompagnamento dei residenti oppure per visite di parenti ed amici.
Il comune prevede di modificare le modalità di rilascio del permesso giornaliero che sarà a pagamento ma con limitazioni al numero di accessi in un mese, per consentire di avere un sistema più flessibile in caso di esigenze occasionali che richiedano l’accesso alla ZTL.

In futuro, per agevolare le procedure di rilascio dei permessi, saranno emessi contrassegni virtuali, con richieste formulate on line (sarà comunque sempre possibile presentarsi agli sportelli di via Rosaspina) mentre per quest’anno gli aventi titolo potranno accedere alla ZTL compilando un modulo di autocertificazione e ponendolo sul cruscotto dell’auto; il modulo sarà scaricabile dal sito del comune di Rimini.

I varchi elettronici saranno installati già in questi mesi ma resteranno spenti per tutta l’estate.

In tema di parcheggi, sarà attivo quello della Fiera con una navetta a disposizione degli albergatori e degli operatori turistici. I parcheggi di via Mazzini, via Polazzi e via Roma avranno un disco orario da 60 minuti e saranno liberi nelle ore notturne. A questi si aggiungeranno 100 nuovi stalli, con limite orario, che saranno realizzati nella strada che collegherà il sottopasso alla rotonda del Conad.

Nei periodi di apertura, il senso di marcia sul lungomare sarà con direzione Bellaria Rimini. Questa estate sarà possibile circolare in entrambe le direzioni su via Sacramora.

. Le riflessioni di Luigino Garattoni sull’incontro con gli assessori

Per quanto riguarda la riqualificazione:

il tratto che va da Via XXV Marzo a Via Palotta dovrebbe essere concluso con il posizionamento del gres e degli arredi entro il 15 di luglio mentre dal primo di luglio la linea 4 tornerà a percorrere il lungomare in entrambi i sensi per proseguire poi in Via Polazzi e poi Via Mazzini.
Penso purtroppo che il materiale usato per la riqualificazione avrà bisogno di una particolare manutenzione, consistenza dei materiali e colorazione ed altrettanto servirà riguardo alla piante ed alla vegetazione.
Credo poi che il tratto di lungomare che va da Via XXV Marzo a Via Palotta poteva rimanere come era precedentemente.
Il materiale della passeggiata, la cosiddetta palladiana, era in buone condizioni ed avrebbe necessitato di meno manutenzione di quella che servirà per la nuova pavimentazione, la circolazione automobilistica avrebbe avuto un impatto minore a quello attuale e la carreggiata sarebbe stata più larga.

Per quanto riguardala mobilità:

Saranno predisposti dei varchi con il posizionamento di telecamere, sarà prevista la circolazione nella zona ZTL che riguarda tutto il lungomare e le vie che scendono da Via Mazzini, per i residenti tramite autocertificazione, che dimostra l’effettiva residenza e per i turisti sarà cura dell’albergatore comunicare la targa del veicolo del turista. Per i parcheggi è prevista una convenzione con l’ente Fiera per utilizzare i parcheggi della Fiera ed è prevista una navetta dal parcheggio al lungomare.
Il senso di marcia nella zona ZTL del lungomare è previsto da nord verso sud.

Alcune considerazioni:

per chi proviene da Nord tramite la Via Mazzini, poi, può percorrere la Via Polazzi e la Via Dati ed infine il lungomare in direzione sud.
Invece per chi proviene dalla Via Coletti e deve raggiungere Viserba, Viserbella, Torre Pedrera, all’altezza della Via XXV Marzo non potrà proseguire sul lungomare e dovrà percorrere Via XXV Marzo poi Via Sacramora, perché sarà ripristinato il doppio senso di marcia. I problemi però sorgono quando poi si deve raggiungere Via Mazzini e la zona nord. Purtroppo dalla Via Sacramora si dovrà svoltare in Via Palotta e poi in Via Genghini e Via Donizzetti e poi a causa dei lavori non terminati al sottopasso ferroviario si dovrà fare una gimcana nelle vie interne per raggiungere Via Mazzini.
Queste strade sono molto strette e congestionate dal traffico anche in conseguenza dei tempi di chiusura del passaggio a livello di Via Palotta.
Questo stato di cose pregiudica anche la celerità dei mezzi di soccorso.
Quello che si dovrebbe fare almeno nelle ore diurne è mantenere il doppio senso di marcia anche nel tratto da Via XXV Marzo a Via Polazzi.
Un’ultima cosa riguarda i due sottopassi ferroviari, quello carrabile, che dovrebbe essere previsto di marciapiedi, e quello pedonale. L’amministrazione comunale dovrebbe intervenire su RFI per accelerare i tempi di consegna dei lavori perché i cantieri pregiudicano la mobilità di tutto il quartiere e tolgono posti ai parcheggi del polo scolastico che servono anche ai residenti ed ai turisti anche in considerazione di quelli venuti meno sul lungomare e sulle vie adiacenti