Indietro
menu
Intervista a fausto Fratti

Cucina di qualità e condivisione. Quattro eventi per la ripartenza

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 8 giu 2021 16:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Territorio, chef e prodotti di qualità. Quattro eventi enogastronomici per accompagnare la ripartenza. Sono stati presentati oggi, nella cornice del ristorante Augusta nel centro di Rimini, da Fausto Fratti, per quasi 30 anni alla guida del Povero Diavolo di Torriana.

La nota stampa

La ripartenza del territorio passa anche dall’enogastronomia. Nei lunghi mesi di chiusura per il covid, prima nel 2020 e poi nel 2021, Fausto Fratti con la sua “Scorticata Eventi”, ha pensato ad alcuni format innovativi. Spessore, dopo l’esperienza itinerante dello scorso anno con tappe a Catanzaro, Telese e Roma prima del nuovo stop prima del gran finale riminese al Grand Hotel, tornerà il 22 e 23 giugno a Villa Torlonia a San Mauro. “Scorticata – La Collina dei Piaceri”, dopo un anno di stop, torna fra il 28 e il 30 luglio a Torriana con un omaggio a Dante Alighieri. Ci sono poi i nuovi progetti Come nomadi nei borghi” e “La Fiducia è nei Sogni”

La fase complicata e incerta che sta attraversando il mondo della ristorazione ci spinge a ripensare esperienze e idee maturate negli anni scorsi e ad allargare lo sguardo. Vogliamo connettere e compattare in alcune linee-guida forti l’obiettivo di rilancio dell’eno-gastronomia romagnola. Dalle colline alle campagne, dai borghi alla città, la Romagna che produce e seduce con la cucina e i suoi prodotti si risveglia dal letargo post-pandemia ed idea, progetta, organizza, accoglie con la professionalità e il calore, la passione e la visione che cresce e matura fra tanti cuochi, produttori, vignaioli del nostro territorio” spiega

Il piacere di ritrovarli e ritrovarsi in un calendario di appuntamenti che li connette in una rete di buon-gusto, bellezza e ospitalità è il motore di “La fiducia è nei sogni” mosaico di serate che si snoda da giugno ad ottobre, con una incursione metropolitana della Romagna a Roma e Milano che seguirà i cinque appuntamenti “a casa dei cuochi” nei cinque ristoranti stellati della provincia di Rimini e San Marino e le tre “merende in vigna al tramonto con vignaioli e produttori”. E’ il nostro tributo al risveglio di un mondo, quello della ristorazione-enogastronomia, italiana e romagnola, capace di regalare momenti di piacere e convivialità, godendo splendidi panorami, sorseggiando un buon vino, gratificando occhi e palato con piatti intriganti e gustosi, apprezzando salumi, formaggi e pane prodotto da mani capaci e sapienti, nella cornice di contesti e paesaggi piacevoli, accoglienti, di grande cura e atmosfera, al mare come nell’entroterra, in città come in collina”.

Spessore “torna a casa”
Dopo l’esperienza itinerante da ambasciatori della Romagna nel resto d’Italia che nel 2020 ha visto tre tappe fra Catanzaro, Telese e Roma prima del nuovo stop per Covid che ha costretto a saltare l’Abruzzo e il gran finale riminese al Grand Hotel, per la sua nona edizione “Spessore” torna in Romagna. “Si svolgerà martedì 22 e mercoledì 23 giugno nell’incantevole scenario di Villa Torlonia a San Mauro Pascoli, dove una cinquantina fra i migliori cuochi d’Italia regaleranno un’esperienza unica fatta di contaminazione e condivisione in due giornate immerse nella poesia, con la possibilità di godere anche di visite guidate a tema” ancora Fratti.

Riecco Scorticata – La Collina dei Piaceri
Costretta a fermarsi a causa della pandemia da Coronavirus dopo ben 19 edizioni consecutivi, fra il 28 e il 30 luglio ritorna anche Scorticata – La Collina dei Piaceri che, con il payoff “E quindi uscimmo a riveder le stelle” omaggia il 700esimo anniversario della morte di Dante Alighieri creando un suggestivo paesaggio luminoso per le contrade del borgo dove sarà possibile degustare ottimi piatti e prodotti.
La formula dell’edizione 2021seleziona e qualifica la rosa dei partecipanti. I protagonisti sono produttori diretti, affinatori, vignaioli e cuochi. Una cerchia riccamente rappresentativa della migliore cucina del territorio più qualche eccellente fedele ospite, che darà vita nelle tre serate, ad un ristorante a cielo aperto, con proposte gastronomiche e idee cucinate dal vivo, in grado di appagare il vasto e curioso pubblico che da oltre 20 anni anima la festa. Musica itinerante, socialità e atmosfere accattivanti completeranno un’offerta unica” chiosa il deus ex machina

Notizie correlate
di Redazione