Indietro
menu
Per interventi estetici

Traumi facciali. Il progetto di tesi della consigliera Greta Testa approda in Senato

In foto: Greta Testa
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 29 mag 2021 16:39 ~ ultimo agg. 17:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il progetto di tesi della Consigliera comunale di Forza Italia Riccione Greta Testa, neolaureata in Giurisprudenza con il massimo dei voti, ha catturato l’interesse nazionale. L’elaborato è volto a predisporre maggiori tutele nei confronti di quelle persone che abbiano subito dei traumi facciali di qualsiasi natura.  A seguito della presentazione di una risoluzione alla Regione Emilia-Romagna, la Consigliera ha esposto la sua tesi ad alcuni esponenti del partito di Forza Italia sul territorio che hanno sin da subito sposato la questione.  Un argomento attuale anche in considerazione delle vicende che, purtroppo, negli ultimi anni hanno visto sempre più donne essere vittime di sfregio permanente al viso attraverso l’utilizzo dell’acido.

La Senatrice Maria Rizzotti, medico specialista in chirurgia plastica e vice presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio nonché su ogni forma di violenza di genere, insieme ai Senatori Enrico Aimi e Antonio Barboni, sono impegnati a presentare un’interrogazione al Ministro della Salute e al Ministro dell’Economia e della Finanza con la quale chiedono, a ciascuno nell’ambito delle proprie competenze, di adottare misure volte ad inserire gli interventi estetici per le vittime di lesioni permanenti al viso all’interno dei Livelli Essenziali di Assistenza, ossia tutte quelle prestazioni che lo Stato deve fornire gratuitamente o, al massimo, dietro il pagamento di una quota di partecipazione (ticket) a tutti i cittadini.  Un passo che consentirebbe di ridurre i tempi di attesa per chi necessita di interventi estetici funzionali a correggere gli esiti cicatriziali del trauma facciale, in casi dove l’estetica non può essere considerata un fattore opzionale.

“Sono onorata e orgogliosa del risvolto pratico che ha avuto il mio progetto di tesi – commenta Greta Testa – la realtà ha superato di gran lunga le mie aspettative. Ci tengo a ringraziare tutti gli esponenti del mio partito, il Sindaco di Riccione e la maggioranza riccionese per il supporto e il sostegno che, sin dal primo giorno, mi hanno manifestato. Sono fiera di poter dare il mio contributo alla comunità e di poter essere al servizio dei cittadini.  Mi auguro e invito i Ministri della Salute e dell’Economia e delle Finanze ad accogliere questa interrogazione, è necessario dare una risposta concreta alle nuove esigenze sociali soprattutto quando queste riguardano il diritto alla salute”.


L’intervista a Tempo Reale dello scorso febbraio: