Indietro
venerdì 18 giugno 2021
menu
I voti dei biancorossi

Rimini-Prato 0-1: le pagelle di Cesare Trevisani

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 9 mag 2021 18:08 ~ ultimo agg. 10 mag 15:38
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email


ADORNI 6,5. Un paio di indecisioni all’inizio, poi ci mette i guanti su un bolide di Tomi e su una conclusione di Sanat. Subito dopo il rosso a Canalicchio, di nuovo bene su Tomi e Tavano. Nel finale col Prato all’arrembaggio è sempre sveglio nelle scelte nella sua area. Tavano lo inchioda a tempo scaduto.

PUPESCHI 5,5. Né squilli, né errori. Lo trovi quando serve chiudere e a proporsi per il rilancio. Ripresa da terzino destro e lì è sembrato un po’più a disagio. La pressione su Tavano sul gol, per esempio, poteva arrivare anche da lui.

NANNI 5,5. Se la cava quando tiene la posizione, se deve uscire allo scoperto paga dazio e almeno un paio del tridente toscano sono bravi nello stretto. Ripresa da centrale a quattro e lì riesce a dare un contributo migliore. Si perde Carli sul filtrante di Tavano, per fortuna finisce bene.

CANALICCHIO 5. Balla fra la zona centrale e la copertura sullo sgusciante Sanat. Poi legge male un rilancio toscano e s’aggrappa su Quattara per interrompere una chiara occasione. Rosso indiscutibile.

PECCI 5. Casca male sulla corsia forte del Prato e non la vede mail. Dalla pausa esce Lugnan al suo posto per stringere le maglie in mezzo.

GOMIS 6. Gioca facile i palloni che riceve sempre spalle alla porta. Poi arretra sulla linea difensiva per l’inferiorità numerica. Se la cava bene anche lì, con abnegazione e mestiere.

RICCIARDI 5. I ritmi sarebbero i suoi, ma lì in mezzo la palla non è mai pulita da giocare e intorno a lui mancano le soluzioni per muoverla con profitto. Ripresa negativa, con l’episodio del ‘bimbo’ Sanat che lo salta facile, preludio al gol di Tavano.

SIMONCELLI 5,5. Un paio di accelerazioni, molte più corse all’indietro e comunque in mezzo è l’unico che ha il passo per muovere la squadra con un po’ di ritmo. Ripresa di sacrificio e si dedica solo a rincorrere gli avversari.

ARLOTTI 5. Subisce Calamai che lo tiene dietro e da lì tarda a dar man forte in avanti. Quando prova a salire, la squadra non asseconda il suo movimento e allora deve stare guardingo e s’intristisce. Ne vien fuori un primo tempo del tutto anonimo e resta negli spogliatoi nell’intervallo.

CASOLLA 5. Gara complicatissima per gli attaccanti che non riescono ad accendersi per mancanza di occasioni. Lui ci mette la generosità per aiutare nel disturbo sugli avversari, ma non è il suo mestiere.

VUTHAJ 5. Alla mezzora da angolo la difesa toscana lo sorprende regalandogli una palla d’oro, reagisce tardi e il portiere rimedia con coraggio. E’ l’unica volta che si vede. Mancano palloni e quei pochi li gestisce con egoismo.

VITI 5,5. Entra da terzino sinistro nella difesa a quattro. Parte bene, poi si perde Calamai che grazia il Rimini da due passi. Porta la fisicità necessaria e alla fine tutto sommato se la cava.

LUGNAN 5,5. Porta fosforo ed è quello che serve. Ma da quella parte fra Tomi e Spinosa è proprio dura

AMBROSINI SV.

DIOP SV.

Cesare Trevisani

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.