Indietro
menu
Verso il voto

Imola (SiAmo Rimini): se saranno primarie, sostegno a Petitti

In foto: Irina Imola
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 5 mag 2021 18:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Mentre i civici attualmente in consiglio comunale ribadiscono il proprio sostegno a Jamil Sadegholvaad, la civica SiAmo Rimini si schiera con Emma Petitti. Un’uscita motivata, anche in questo caso, dall’articolo pubblicato sul Resto del Carlino in merito ad un eventuale “piano b” con la candidatura di Gloria Lisi (comunque smentita dai civici dell’attuale maggioranza). “Noi – scrivono le coordinatrici di SiAmo Rimini, Irina Imola e Carla Bonvicini – crediamo ancora nella possibilità di dare vita a questo grande patto di coalizione e lavoreremo, con impegno, affinché ciò accada per il bene della città e del centrosinistra. Se tuttavia, si dovesse arrivare alle primarie, sosterremo senza esitazioni la candidata Emma Petitti, nella quale ravvisiamo le giuste competenze, professionalità e sensibilità, per poter dare nuovo impulso a Rimini alla luce anche delle sfide che la attendono nei prossimi anni ma sapremo anche appoggiare una persona diversa da lei in caso di sconfitta, in un’ottica di lavoro efficace per la città, che non si basi esclusivamente su personalismi qualunquistici.”

In riferimento alle liste civiche di maggioranza, SiAmo Rimini dice di aver trovato arrogantialcune dichiarazioni che abbiamo letto nel corso delle ultime settimane e che non hanno fatto altro che avvelenare un clima di per sé abbastanza teso, vanificando forse la possibilità di costruire insieme un patto di coalizione che possa permettere di superare l’attuale impasse“. SiAmo parla di “contenzioso sterile” e mette in fila alcune priorità più concrete:

1.Politiche Sociali: perché, dopo l’epidemia Covd19, sono sempre di più le persone che hanno bisogno di aiuto;
2. Ambiente e Infrastrutture: perché è dal contrasto alla cementificazione che passa il futuro della nostra città e la valorizzazione delle sue bellezze naturali;
3. Miglioramento della viabilità, che riteniamo priorità dirimente.
4. Riqualificazione delle zone periferiche: rendendoli dei luoghi funzionali e decorosi dove poter vivere serenamente e dove i nostri figli possano crescere e giocare;
4. Rilancio sostenibile delle attività produttive: sviluppando le attività legate al turismo e tutelando i negozi di vicinato, linfa vitale del tessuto economico cittadino;
5. Collaborazione con le associazioni, con i volontari, con le forze sociali della città.
6. Sicurezza: perché una città più sicura è una città più libera e la libertà è una condizione alla quale non possiamo e non dobbiamo mai rinunciare.
7. Cultura e scuola: al centro del nostro percorso la necessità di procedere alla crescita culturale della comunità, fornendo strutture e infrastrutture capaci di favorire la produzione artistico-culturale e didattica così come i loro fruitori, in un’ottica inclusiva e partecipativa.”

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.