Indietro
menu
L'annuncio di Draghi

Da metà maggio il pass verde per il turismo. Ecco cos'è e come funziona

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 4 mag 2021 17:17 ~ ultimo agg. 5 mag 13:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La certificazione verde che consentirà di viaggiare anche tra Regioni di colore diverso sarà attiva nella seconda metà di maggio. Mentre il green pass europeo sarà pronto da metà giugno. Lo ha spiegato il premier Mario Draghi nella conferenza stampa convocata a conclusione del G20 con i ministri del Turismo nella quale ha detto che “l’Italia è pronta a ridare il benvenuto al mondo“. In attesa della ripresa del turismo, che è tra i settori più duramente colpiti dalla pandemia, “il governo intende offrire un aiuto all’industria turistica” che “è figura prominente del nostro Pnrr“.

Per certificazione verde si intende una certificazione comprovante uno dei seguenti stati:

lo stato di completamento del ciclo vaccinale contro il SARS-CoV-2
la guarigione dall’infezione da SARS-CoV-2 (che corrisponde alla data di fine isolamento, prescritto a seguito del riscontro di un tampone positivo)
il referto di un test molecolare o antigenico rapido per la ricerca del virus SARS-CoV-2 e che riporti un risultato negativo, eseguito nelle 48 ore antecedenti.

Chi rilascia la certificazione

. La certificazione verde Covid-19 di avvenuta vaccinazione contro il SARS-CoV-2 viene rilasciata in formato cartaceo o digitale dalla struttura sanitaria o dal Servizio Sanitario Regionale di competenza, quando si è completato il ciclo vaccinale previsto. Al momento, la validità è di sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale.
. La certificazione verde Covid-19 di avvenuta guarigione da COVID-19, viene rilasciata in formato cartaceo o digitale, contestualmente alla fine dell’isolamento, dalla struttura ospedaliera presso cui si è effettuato un ricovero, dalla ASL competente, dai medici di medicina generale o dai pediatri di libera scelta. Al momento, la validità è di sei mesi dalla data di fine isolamento.
. La certificazione verde Covid-19 di effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare per la ricerca del virus SARS-CoV-2 con esito negativo è rilasciata dalle strutture sanitarie pubbliche, private autorizzate, accreditate, dalle farmacie o dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta che erogano tali test. La validità della certificazione è di 48 ore dal prelievo del materiale biologico.

I certificati verdi sono rilasciati in ambito regionale e sono validi solo sul territorio nazionale e fino all’entrata in vigore del Digital Green Certificate, che verrà invece emesso da una piattaforma nazionale, alimentata con i dati trasmessi dalle Regioni, e conterrà un codice a barre bidimensionale (QRcode) per verificarne digitalmente l’autenticità e validità. Sarà necessario per muoversi in Unione Europea oltre a valere sul territorio nazionale per gli spostamenti e le attività per i quali è richiesta certificazione.

Notizie correlate