Indietro
menu
Al passo coi competitor

Croatti (M5S): il turismo riparte ma serve chiarezza e corretta informazione

In foto: Marco Croatti
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 30 mag 2021 12:49
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il due giugno sarà il primo test per la ripartenza del turismo dopo le graduali riaperture sancite dal Governo. Si stimano in nove milioni gli italiani che hanno scelto di spostarsi durante il prossimo week end e più della metà sta programmando una vacanza, per i prossimi mesi. “Finalmente – commenta il senatore del M5S Marco Croatti –, dopo un anno di pandemia che ha letteralmente messo in ginocchio il turismo italiano, siamo pronti a ripartire. Adesso possiamo godere del frutto dei sacrifici fatti nei mesi precedenti con l’osservanza delle misure restrittive e dell’ottimo andamento della campagna vaccinale che per il mese di giugno prevede una decisiva accelerazione.” Il senatore evidenzia come inizino ad arrivare molte richieste per luglio, agosto e settembre ma per le prossime settimane non c’è stata l’ondata di prenotazioni che ci si aspettava a causa della confusione sui tamponi e quarantena. “Su questo aspetto – conclude Croatti – sono necessarie regole certe e la massima chiarezza. L’Italia ha già fatto un grande lavoro rispetto all’Europa con l’adozione di un proprio green pass già in vigore rispetto a quello europeo che avrà validità dal 1° luglio. È importante su questo fronte stare al passo con gli altri competitor turistici europei per attirare turisti stranieri e per la buona riuscita della stagione estiva”.