Indietro
menu
nuove positività, ma lievi

Covid. La situazione contagi tra il clero riminese

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 19 apr 2021 11:59 ~ ultimo agg. 12:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sta lentamente tornando alla normalità la situazione legata al focolaio covid nato all’interno della casa del clero di Rimini. In attesa dell’ultimo tampone, tutti gli ospiti sono tenuti a rispettare la quarantena, evitando contatti con l’esterno, pur condividendo il refettorio e la cappella. Non ci sono stati nuovi casi.  I quattro sacerdoti “positivi”, don Vittorio Maresi, don Piergiorgio Terenzi, don Natale Imola, don Pietro Ceccarini, sono ancora ricoverati all’ospedale di Rimini, per una migliore assistenza medica.
Anche i sacerdoti della “Zona Flaminia” di Rimini don Lauro, don Raffaele, don Gabriele e don Salvatore, sono  “covid-positivi” e quindi in quarantena, ma senza particolari sintomi, in attesa di un tampone di verifica nei prossimi giorni.
Sentiamoci vicini con la preghiera – raccomanda il vicario generale don Maurizio Fabbri – perché il Signore dia consolazione e serenità a tutti“.