Indietro
menu
C'era stand by concordato

Vanni Lazzari a Sadegholvaad: la volontà di incontrarsi c'è. Purché serva

In foto: Alberto Vanni Lazzari
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 25 mar 2021 15:51 ~ ultimo agg. 15:52
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nell’intreccio di dichiarazioni interne al Partito Democratico di Rimini, arriva anche quella del segretario comunale Alberto Vanni Lazzari che risponde in particolare a Sadegholvaad (vedi notizia): nessuna intenzione di ignorare la volontà di un incontro, ma anche l’invito a considerare la richiesta del segretario regionale Calvano di mettere in stand by iniziative locali di candidature per permettere al neo segretario nazionale Letta di conoscere le situazioni. E all’assessore della Giunta Gnassi da Vanni Lazzari una frecciata: se dice “vado avanti”, perché vedersi?


Innanzitutto smentisco nella maniera più assoluta l’accusa di non aver organizzato l’incontro, perché come Sadegholvaad ben sa,  sono io in qualità di segretario comunale che ho chiesto la disponibilità degli interessati e del segretario provinciale per un confronto sulla possibilità di convergere verso una soluzione unitaria,   e che a seguito degli avvenimenti cruciali delle ultime settimane si era  deciso di attendere lo definizione degli eventi e in ultimo lo svolgimento della Direzione provinciale per poi vederci nel week end successivo (il prossimo).
Aggiungo che non possono non contare le parole pronunciate in Direzione dal segretario regionale Paolo Calvano, il quale ha espressamente chiesto di fermare ogni iniziativa locale sulle candidature, in quanto il segretario nazionale Enrico Letta ha intenzione di approfondire la conoscenza della situazione, così come sta facendo in tutti i grandi comuni dove si andrà al voto.
Mi si lasci anche dire che la richiesta di un incontro, positiva e giusta, cozza con la dichiarazione dello stesso Jamil quando dice “io comunque vado avanti”. Delle due l’una: o ci si ferma e si discute oppure se si ha intenzione di andare avanti diventa inutile vedersi. Per dirsi cosa?
Ovviamente in qualità di segretario comunale del PD di Rimini faccio mio l’invito di Calvano e proseguirò nella strada indicatami anche dalla Direzione comunale del Pd di Rimini, che è quella di evitare le primarie e trovare una candidatura condivisa. Se l’incontro che Jamil chiede va in questa direzione sono certo che non sarà inutile svolgerlo.

Notizie correlate