Indietro
menu
solidarietà

Tanti auguri TeamBòta: Ad un anno dalla nascita, la community arancione non si ferma!

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 14 mar 2021 11:27 ~ ultimo agg. 22 mar 15:42
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

È passato un anno da quando 3000 cittadini della città di Rimini si sono trovati un regalo nella buchetta delle lettere, una cartolina con su scritto:

“Sono le piccole cose, le azioni quotidiane della gente comune che tengono a bada l’oscurità. Semplici atti di gentilezza e di amore. Andrà tutto bene. A te cittadino di Rimini regaliamo il nostro tempo, come possiamo aiutarti? Alleghiamo 3 numeri di telefono. TeamBòta Rimini”.

Era difficile immaginare che quel gesto di solidarietà, scritto da una decina di amici riuniti presso il ristorante Come Stai?, avrebbe fatto tanto parlare di sé.

Un “semplice atto di gentilezza” che ha risuonato di casa in casa e ha dato voce alla città in un momento in cui molte persone avevano bisogno di essere ascoltate.

L’idea vincente del TeamBòta è, ed è sempre stata, quella di dare spazio alle persone, di ascoltare paure e necessità, e il forte desiderio di aiutare il prossimo.

E come le buone idee sono solite fare, il TeamBòta si è ingrandito a vista d’occhio, un’onda arancione (questo il colore che identifica l’associazione) che ha invaso la città coinvolgendo più di 200 volontari.

Le attività sapientemente condivise con la cittadinanza tramite social networks, hanno spaziato dalla consegna di spesa e medicinali, al trasporto di medicinali per l’Ospedale Infermi di Rimini, consulenza telematica e digitale in campo sanitario (psicologico, infermieristico e fisioterapico), doposcuola e attività educative per bambini.

Da maggio 2020, il TeamBòta diventa Organizzazione di Volontariato (ODV), iscritta all’albo regionale e con marchio registrato.

Molte cose sono cambiate dai quei primi mesi di attività frenetiche e cellulari incandescenti per le richieste ricevute (durante il primo lockdown si sono raggiunti fino a 50 servizi di assistenza domiciliare al giorno).

Ma immutato è rimasto l’entusiasmo di questa Community di Volontari che non smette di stupire con idee e attività dall’alto valore sociale e simbolico (un esempio, l’evento Toy Story, che ha trasformato il ristorante Come Stai? nella casa di Babbo Natale, regalando un pomeriggio di gioia a tutti i bambini della città e raccogliendo montagne di giocattoli per le famiglie in difficoltà economica seguite da diverse associazioni del territorio).

Ogni due settimane, la cittadinanza trova davanti ai supermercati volontari di tutte le età con sgargianti magliette arancioni mentre raccolgono cibo, prodotti per l’igiene e materiale scolastico per le più di 120 famiglie che il TeamBòta assiste.

I beni raccolti grazie a al progetto Spesa Sospesa sono poi integrati con la frutta e verdura raccolti dal progetto Orange Loop, grazie al quale aziende agricole, produttori locali e fruttivendoli del mercato di Rimini donano nei weekend frutta e verdura di ottima qualità rimasta invenduta o che non soddisfa requisiti estetici per la grande distribuzione.

Questi e altri progetti danno una boccata di positività e freschezza alla città anche grazie alle frequenti collaborazioni che il TeamBòta porta avanti con enti, associazioni e aziende della zona (Protezione Civile, Comune di Rimini, CAAR, ASP Valloni, Associazione Alzheimer, Movimento Centrale, Caritas, Officina Naturae, Come Stai?).

Questo il sogno del TeamBòta, farsi promotore di un volontariato diffuso, una quotidianità etica che coinvolga tutta la città, perché nessuno si senta più solo!

La puntata di Come se fosse facile di marzo 2020 in cui per la prima volta abbiamo raccontato di Team Bota

 

Notizie correlate